27 luglio 2021
Aggiornato 08:00
La protesta dei No Tav

Tav, e Libero lancia il sondaggio: «Abbà se l'è meritata?»

I lettori del giornale diretto da Maurizio Belpietro rispondono sì in massa. Rabbia su Twitter: «Vergogna»

ROMA - «Luca Abbà, il 37enne no-Tav, fulminato su un traliccio mentre protestava se l'è meritata?». La domanda spunta sul sito del quotidiano Libero che, dopo l'incidente di questa mattina in Val di Susa, decide appunto di lanciare un sondaggio sul tema. Sul portale del quotidiano rispondono in massa di sì, Abbà se l'è meritata, il 25 per cento non è d'accordo. E scoppia la polemica sui social network, dove al tripudio di appelli a manifestare, commenti e slogan esploso già da questa mattina, si aggiunge la rabbia per la scelta del giornale diretto da Maurizio Belpietro.

«Il sondaggio della vergogna», lo definisce qualcuno, «incredibile», fa eco un altro militante. «Vergognatevi per il sondaggio che avete proposto», si sottolinea ancora, mentre in varie città d'Italia prendono il via i presidi di protesta indetti per Abbà. Sempre su Twitter però più di qualcuno si lamenta del fatto che da qualche ora l'hashtag #notav non figura più nell'elenco proposto dal portale a ogni iscritto, come invece avveniva fino alla tarda mattinata di oggi. Si moltiplicano le voci di chi grida alla «censura» da parte di Twitter.