17 settembre 2019
Aggiornato 01:00
Il caso RAI

D'Alema: Sistema ipertrofico, meglio privatizzare due reti

Lo ha detto Massimo D'Alema ai «Dialoghi Asolani», parlando della necessità della riforma della Rai: «Bene se Monti nomina amministratore unico che rilanci l'azienda»

ASOLO - «Sono della vecchia opinione, credo che ci sia bisogno di un servizio pubblico che sia necessario a un paese democratico. Penso che la Rai sia ipertrofico come servizio pubblico, ho sempre pensato che bisognerebbe privatizzarlo». Lo ha detto Massimo D'Alema ai «Dialoghi Asolani», parlando della necessità della riforma della Rai.

«Bisognerebbe privatizzare due reti televisive - ha aggiunto D'Alema - e il servizio pubblico dovrebbe essere finanziato interamente dal canone e non dalla pubblicità simile alla BBC, Rai possa essere grande azienda che viene privatizzata e sta sul mercato e fa concorrenza. Questo ha sempre avuto due ostacoli con la politica italiana che ha lottizzato la Rai e il grande concorrente della Rai che non voleva un concorrente che con tetto della pubblicità non gli facesse la concorrenza».
«La Rai è un'azienda in grande crisi - ha concluso D'Alema - la governance non funziona e se Monti nominasse amministratore unico che la rilanci farebbe un passo nella direzione giusta. Credo nel servizio pubblico che dovrebbe essere ridimensionato».