24 luglio 2021
Aggiornato 12:30
Manovra economica

Calderoli: Sugli «scudati» decideremo in maniera molto riservata

Il ministro per la Semplificazione: «Aumento Iva solo con taglio della pressione fiscale»

CALALZO DI CADORE - Sulle «soluzioni» da adottare per un'eventuale tassazione dei capitali scudati «decideremo in maniera molto riservata, per poi portare le soluzioni in Parlamento». Lo ha detto il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli, che ha ribadito la sua contrarietà a un aumento dell'Iva che non sia collegato a una diminuzione della pressione fiscale: «Se si aumenta solo l'Iva e resta invariata la pressione fiscale si deprimono i consumi e si hanno minori entrate», ha detto il ministro conversando con i giornalisti a Calalzo di Cadore, dove rimarrà per due giorni di vacanza.

Secondo l'esponente leghista, «tutte le criticità possono essere superate solo a saldi invariati, non smontando la manovra e non pensando che si possa evitare un taglio alla spesa pubblica con nuove entrate. Calderoli ha poi difeso il provvedimento del contributo di solidarietà per i redditi più alti: «Una misura giusta che sarebbe paradossale togliere».

Sui prossimi passi della Lega il ministro ha aggiunto che proporrà a Bossi di convocare «una riunione ufficiale per coinvolgere la segreteria politica, che è l'espressione del territorio, per le possibili soluzioni che stiamo elaborando».