16 dicembre 2019
Aggiornato 13:30
Partiti | PDL

Pisanu: Alfano ha posto questione morale, prudenza su Papa

«Il segretario ha fatto benissimo. Ora aspettiamo le carte e Giunta»

ROMA - Il presidente Pdl dell'Antimafia Beppe Pisanu invita il suo partito ad «aspettare le carte e il parere della Giunta» per le immunità prima di una decisione definitiva sul voto in aula a Montecitorio sulla richiesta di arresto per il compagno di partito Alfonso Papa, presentata alla Camera dai magistrati che indagano sulla cosiddetta P4.

«Per Papa - ha detto Pisanu al Corriere della sera - aspettiamo ora le carte e il parere della Giunta. Alfano ha fatto benissimo a porre al Pdl la questione morale» e «debbo prendere atto che è stato accolto da un grande applauso» ma «ora aspettiamo i fatti». E, sotto questo profilo, Pisanu fa assolta professione di fede in Alfano.

«Si può discuterne - ha sottolineato Pisanu- quanto se ne vuole ma l'elezione di Alfano alla segreteria apre davvero una fase nuova nella vita del Pdl. Con il suo discorso di insediamento si è dimostrato all'altezza e consapevole: se non riesce a garantire la governabilità ed afferrare insieme il nuovo che avanza, il Pdl è finito e ad Alfano non resterà che calare il sipario. Sarà molto problematico tenere in piedi un governo già vacillante, sotto il peso della crisi economica e sociale. E dovrà vedersela con attacchi interni ed esterni. Dall'interno con il gioco dei plenipotenziari e la fragilità in periferia. Dall'esterno con il pragmatismo dei cosiddetti 'Responsabili', con un quadro politico sconvolto dai referendum e dalle amministrative, con la ritirata della Lega sulle vecchie trincee».

«Schiaffi come quelli sul decreto rifiuti - ha avvertito il presidente dell'Antimafia all'indirizzo di Bossi e Alfano - non si possono più tollerare in nome della responsabilità di governo. Ora la distinzione fra vertici di partito e di Governo consente anche al Pdl di far valere fino in fondo la sua autonomia».