25 ottobre 2020
Aggiornato 03:00
Legge Comunitaria

Cesa: Berlusconi lasci e sosterremo le norme essenziali

Il Segretario dell'UDC: «Riassuma i principali obblighi per evitare sanzioni UE»

ROMA - L'Udc si dice pronto a collaborare per il varo di una legge comunitaria che recepisca i principali obblighi dell'Italia verso l'Europa dell'Italia, a condizione che il Premier Silvio Berlusconi prenda atto della fine della sua maggioranza alla Camera.

CESA: MAGGIORANZA FINITA - «Dopo la debacle in Aula sulla Comunitaria - ha detto il segretario Udc Lorenzo Cesa - Berlusconi prenda atto della situazione che si è venuta a creare nella sua maggioranza, incapace di portare avanti un qualsiasi provvedimento in Parlamento, figuriamoci una manovra finanziaria da 47 miliardi. Ora però è necessario che per porre rimedio a questa situazione venga ripresentato un provvedimento urgente che riassuma in maniera essenziale i principali obblighi comunitari cui adempiere per evitare che il Paese incappi in sanzioni da parte dell'UE. Su questo testo, ovviamente, non faremo mancare il nostro contributo di opposizione responsabile».