20 ottobre 2019
Aggiornato 02:30
Inchiesta P4

La Giunta della Camera rinvia su Papa a 6 luglio. Resta l'incognita della Lega

Carroccio non si è espresso. Pdl chiede di acquisire le foto dei pedinamenti

ROMA - Nessun voto oggi nella giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera che, dopo la relazione di Francesco Paolo Sisto (Pdl) per la maggioranza, tornerà a riunirsi mercoledì prossimo sul caso Papa. Con una incognita: la Lega Nord non ha ancora chiarito quale sarà la sua posizione. Il Pdl lamenta il fumus persecutionis contro il deputato del Pdl Alfonso Papa, tutta l'opposizione, dal Pd al Terzo Polo, all'Idv, è a favorevole all'autorizzazione all'applicazione della misura cautelare per Papa. I dubbi restano sul Carroccio e nessuno dei colleghi del Pdl presenti in giunta è stato in grado o ha voluto fare previsioni.

Nella sua relazione Sisto, che ha respinto, appunto, la richiesta di autorizzazione a procedere, ha chiesto l'acquisizione delle sedicimila pagine di atti allegati al fascicolo del pm, tra i quali ci sono anche le foto dei pedinamenti di Papa. Il presidente della giunta Pierluigi Castagnetti (Pd), come ha spiegato ai cronisti la capogruppo democratica nella giunta Marilena Samperi, «ha invitato il relatore a evitare questa pretesa ai fini della decisione». Anche su questo punto non c'è stata alcuna votazione, con ogni probabilità invece il 6 luglio sarà messa ai voti la relazione di maggioranza.