26 ottobre 2021
Aggiornato 20:00
Ufficio di Presidenza del PDL

Mussolini critica Alfano: Ora è una Babele, litigheranno in 4

«Un atto di coraggio vero sarebbe stato scegliere un unico capo»

ROMA - «Alfano? Penso che così litigheranno in quattro. Serviva un atto di coraggio per cambiare veramente. Così ne sposti uno e ne scontenti cento. O si faceva un unico coordinatore oppure così è una babele? La batosta presa non ci ha insegnato niente, resta tutto così com'è. O dai anche all'elettore un'idea di meritocrazia oppure?»: Lo ha detto Alessandra Mussolini alla Zanzara su Radio 24, commentando la nomina di Alfano alla segreteria del Pdl e il nuovo organigramma del partito del Premier.

«FINI? SPALLA MUTA DI CASINI» - «Berlusconi - ha detto ancora Mussolini - non è finito ma ci vuole un cambiamento. Bondi, poverino, non citiamolo perché si dimette. La Russa invece si occuperà del ministero della Difesa: meno risate finte in tv e si occupasse di più delle questioni militari che in questi giorni purtroppo sono attuali».
Quanto a Gianfranco Fini, ha detto ancora la nipote del Duce, «è una persona allucinante: poteva stare nel Pdl senza tanto casino e oggi avrebbe avuto le sue soddisfazioni, invece è andato a fare la spalla muta di Casini».