4 aprile 2020
Aggiornato 04:30
Il commento delle elezioni amministrative

Moratti: Ora deve partire fase nuova del centrodestra

«Riaggregare le forze moderate che non si son sentite rappresentate»

MILANO - «Credo che quello che è importante dire questa sera è che da Milano deve ripartire una nuova fase politica del centrodestra in grado di riaggregare tutte le forze realmente moderate, tutte le forze produttive, tutte le forze che nella nostra città fanno il motore del Paese: forze che in questa fase, evidentemente, non si sono sentite rappresentate». E' quanto ha affermato il sindaco uscente di Milano, Letizia Moratti, intervenuta nella tarda serata di ieri, nel quartiere generale del Pdl allestito in via Romagnosi, per commentare il risultato delle elezioni amministrative.

«Questo voto è sicuramente un segnale molto forte che dobbiamo saper cogliere, da domani faremo riflessione profonda sulle cause con tutti gli approfondimenti che sono necessari» ha continuato la Moratti che era accompagnata dagli assessori Giovanni Terzi e Mariolina Moioli e dal sottosegretario Laura Ravetto, spiegando che «il dato politico da cogliere è la riconsiderazione da parte del centrodestra di un'unificazione di tutte le sue forze».

Il sindaco uscente, in pochi minuti di conferenza stampa, ha più volte ribadito la necessità da parte del centrodestra di aprire una fase nuova, sottolineando che il suo «è un messaggio ai partiti e agli elettori» e che «forse nella nostra campagna elettorale avremmo dovuto parlare di più della città, forse questo ha pesato... e in questi 15 giorni dobbiamo tornare a parlare di cose molto concrete».
Alla domanda dei cronisti se con queste parole, intendesse fare una critica a Berlusconi che ha attribuito alla sfida di Milano una valenza nazionale, Letizia Moratti ha replicato che «non è colpa di nessuno, non ci sono colpe o responsabilità» ma che forse «si è parlato poco di Milano e molto per slogan in maniera generica».
Spiegando di aver «fatto una giornata in famiglia» e di non aver «sentito nessuno» (né Berlusconi, né Bossi, ndr), il sindaco, apparsa con il viso stanco e il sorriso tirato, ha ammesso che «la sinistra ha avuto un buon risultato» e che «il ballottaggio è, esso stesso, una fase nuova, è una nuova campagna elettorale».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal