15 luglio 2020
Aggiornato 07:30
Unità Italia

Si chiude al Regio il lungo giorno di Napolitano a Torino

Dal Presidente della Repubblica apprezzamento per l'«ottima accoglienza» ricevuta

TORINO - Volge al termine la prima giornata di visita del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a Torino. Il Capo dello Stato a conclusione della visita alle Officine Grandi Riparazioni ha espresso apprezzamento per l'ottima accoglienza ricevuta a Torino, dove è stato protagonista di un vero e proprio bagno di gente festante. Nel corso della sua visita il Capo dello Stato ha trovato il tempo di posare per alcuni bambini che gli chiedevano una foto.

MOSTRE - Walter Barberis, uno dei curatori delle tre mostre «Fare gli italiani», «Stazione Futuro» e «Il futuro nelle mani», ha accompagnato il Capo dello Stato lungo il percorso. Barberis ha raccontato: «Abbiamo parlato di tutto: di mondo contadino, di scuola e di chiesa. Il Presidente si è mostrato molto interessato a tutto e ha fatto commenti personali». «Era molto interessato alla questione dell'immigrazione - ha spiegato Barberis - e a proposito ha ricordato il messaggio di Obama sugli immigrati italiani negli Stati Uniti. Poi ha ricordato la seconda Guerra Mondiale e i bombardamenti a Napoli».

APPLAUSI - All'uscita dalle Officine Grandi Riparazioni Napolitano è stato nuovamente accolto dagli applausi e dai cori festanti delle persone. Il Presidente ha fatto quindi ritorno al Principi di Piemonte per riposarsi. Questa sera, a conclusione della sua prima giornata torinese, assisterà all'opera verdiana «I Vespri Siciliani» di Giuseppe Verdi al Teatro Regio.