23 agosto 2019
Aggiornato 00:30
Caso Ruby

D'Addario: a Palazzo Grazioli buste da 10mila euro per le ragazze

«Io non li presi, ero lì per altri motivi. Mentre le ragazze erano lì per fare carriera, per prendere quei soldi»

ROMA - A palazzo Grazioli c'erano buste da «10mila euro» a disposizione delle ragazze, ma Patrizia D'Addario non prese soldi. La donna che fu al centro delle cronache per le sue rivelazioni sulla notte trascorsa con il premier, intervistata a In 1/2 ora racconta: «Il presidente mi ha chiesto di rimanere la prima sera, c'erano delle buste da 10mila euro. Io non ho chiesto soldi, nulla. Lui era molto attento e sensibile a un problema che mi affliggeva, il suicidio di mio padre... Io ero lì per altri motivi, completamente diversi. Mentre le ragazze erano lì per fare carriera, per prendere quei soldi. Io non mi sono mai sentita un escort o una prostituta».