4 giugno 2020
Aggiornato 17:30
Medicina

Dalle staminali del grasso una nuova speranza per il cuore

Una scoperta che potrebbe aprire una nuova frontiera nel campo dell'applicazione delle staminali per rigenerare il tessuto danneggiato da infarto

LUCAGNO - Dalle staminali del grasso arriva una nuova speranza per il cuore, ossia per la ricostruzione del tessuto cardiaco colpito da infarto. Sccb, la banca delle cellule staminali di Lugano, in collaborazione con l'unità di cardiochirurgia del Cardiocentro Ticino, è infatti riuscita ad isolare staminali mesenchimali del tessuto adiposo che si trova attorno al cuore arrivando ad individuare così cellule che esprimono i marcatori comunemente riconosciuti nelle cellule staminali mesenchimali presenti nella liposuzione aspirata. Una scoperta che potrebbe aprire una nuova frontiera nel campo dell'applicazione delle staminali ottenute dal grasso proprio sul cuore.

«Per la prima volta siamo riusciti a isolare le cellule staminali contenute nella stromal vascular fraction, ovvero una frazione cellulare eterogenea che solitamente si trova nel tessuto adiposo da liposuzione, nel tessuto adiposo che si trova attorno al cuore», premette Gianni Soldati, direttore scientifico di Sscb e direttore scientifico dell'Unità di terapia cellulare del Cardiocentro Ticino. La vera novità è la localizzazione anatomica; ovvero, dove queste cellule staminali sono state isolate. «Il comparto adiposo pericardico - prosegue Soldati - contiene un insieme di cellule staminali mesenchimali che sono ampiamente compatibili con le cellule che derivano dalla lipoaspirazione. Abbiamo riscontrato le medesime caratteristiche di staminalità nei due tipi di tessuti che sono state analizzati e questo può aprire una nuova frontiera nell'utilizzo delle staminali ottenute da tessuto adiposo».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal