20 giugno 2024
Aggiornato 10:00
Afghanistan

Alle 9 a Ciampino l'aereo con le salme dei 4 italiani

Stamane il rimpatrio dei feretri degli alpini morti nell'attacco di sabato

ROMA - Il C130 dell'Aeronautica militare con le salme dei quattro alpini italiani uccisi in un attacco rivendicato dai talebani, sabato scorso in Afghanistan, arriverà questa mattina alle 9 all'aeroporto militare di Ciampino, a Roma. Una camera ardente è stata allestita ieri presso la sala 'Folgore' del Regional Command West di Herat per rendere l'ultimo saluto ai quattro militari caduti: Francesco Vannozzi di 26 anni, Marco Pedone (23), Sebastiano Ville (27) e Gianmarco Manca (32).

Alle 16 di ieri è stata celebrata una messa funebre dal cappellano militare di Camp Arena, sede del comando del contingente italiano: subito dopo il trasferimento dei feretri all'aeroporto per la benedizione e gli onori militari e la partenza dall'Afghanistan. Nell'attacco è rimasto ferito un quinto alpino, Luca Cornacchia, ma le sue condizioni non sono gravi.
Con il capo dello Stato Giorgio Napolitano, a quanto si è appreso, sarà con ogni probabilità il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, rientrato ieri dalla Russia, ad accogliere a Ciampino le salme dei quattro alpini rimasti uccisi.