24 maggio 2024
Aggiornato 05:30
Lo scandalo pedofilia

Scoppia la bufera sul cardinal Bertone

«Nella Chiesa c'è un nesso tra la pedofilia e l'omosessualità». Scritte ingiuriose sulla casa natale del Papa in Baviera

CITTÀ DEL VATICANO - La comunità gay critica il cardinale Tarcisio Bertone per aver annoverato l'omosessualità tra le cause della pedofilia. In visita in Cile, il segretario di Stato vaticano ha escluso che ci sia un nesso tra gli abusi sessuali e il celibato affermando invece che «Numerosi psichiatri e psicologi hanno dimostrato che non esiste relazione tra celibato e pedofilia, ma molti altri hanno dimostrato che esiste un legame tra omosessualità e pedofilia».

La reazione del mondo gay non si fa attendere. Indignato l'Arcigay, secondo cui «l'equazione omosessualità-pedofilia, falsa, ignobile e anti-scientifica, è un'affermazione disonesta che colpisce la vita e la dignità di milioni di persone gay e lesbiche», confermando «il cinismo» delle gerarchie vaticane. Sulla stessa linea Franco Grillini, presidente di Gaynet e neo consigliere regionale dell'Italia dei valori.

Il tema è in realtà controverso in seno alla Chiesa cattolica. Dopo che lo scandalo della pedofilia era scoppiato negli Usa nel 2005 il Vaticano pubblicò un'istruzione che vieta l'accesso ai seminari a coloro che «presentano tendenze omosessuali profondamente radicate». Tanto che i vescovi americani hanno richiesto un'indagine approfondita, da cui però risulta che il nesso non c'è... Lo studio verrà completato a dicembre del 2010, ma gli studiosi del John Jay College sulla giustizia criminale di New York hanno fornito i primi risultati in novembre. Secondo lo studio quel che conta è che i sacerdoti con inclinazioni pedofile hanno più facile accesso a ragazzi di sesso maschile.

Dal Vaticano, intanto, il portavoce della Santa Sede Federico Lombardi non esclude che il Papa incontri delle vittime di preti pedofili nel corso della sua visita a Malta il prossimo fine settimana. Intanto la casa natale di Benedetto XVI in Baviera è stata imbrattata con scritte oscene, con un chiaro riferimento ai casi di pedofilia.