28 maggio 2020
Aggiornato 21:00
Disagi anche in altri centri

1.340 gli sfollati di San Fratello

Frane nel catanese, alto rischio idrogeologico sul versante tirrenico

MESSINA - Prosegue lo stato di allerta in Sicilia per il maltempo. A San Fratello, nel messinese, si contano oltre 1.340 sfollati censiti ufficialmente dalla protezione civile regionale. Le operazioni sono in corso. Gli abitanti del centro dei Nebrodi vengono trasferiti in residence, alberghi della zona, mentre altri hanno trovato alloggio tra parenti e amici. Tutta la fascia dei Nebrodi è in fase di attento monitoraggio. Situazione difficile anche in altri centri isolani. A Librizzi ci sono state alcune frane sulla strada provinciale 126, in contrada Nasidi. E' in corso un monitoraggio di geologi e tecnici della protezione civile.

A Polizzi Generosa, sulla 119, lungo la provinciale che collega il centro delle Madonie con Piano Battaglia, si stanno eseguendo dei lavori urgenti di messa in sicurezza per la presenza di condotte idriche. Presidi di protezione Civile anche in provincia di Catania. Ci sono frane sulla provinciale tra Misterbianco e San Giovanni Galermo. Il sindaco del paese ha emesso una ordinanza di evacuazione per alcune case a rischio.

Nel Trapanese, è stata ripristinata nel pomeriggio la linea ferroviaria Castelvetrano-Salemi, interrotta in mattinata a causa dello scivolamento del sottofondo dei binari. Sulla fascia costiera Trapani, Palermo e Messina resta elevato il livello di criticità per rischio idrogeologico. «Ci aspettavamo un peggioramento delle condizioni meteo proprio questo pomeriggio - sottolineano dalla sala operativa della protezione civile regionale - ma fortunatamente non c'è stato».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal