2 marzo 2021
Aggiornato 08:30

La Farnesina «sconsiglia» i viaggi in Libia

Dopo le misure adottate da Tripoli per i cittadini Schengen

ROMA - Il Ministero degli Esteri «sconsiglia» agli italiani i viaggi in Libia a seguito delle misure restrittive adottate ieri da Tripoli nei confronti dei cittadini degli Stati Schengen. E' quanto si legge sul sito www.viaggiaresicuri.it, curato dall'Unità di crisi della Farnesina. Tutti i viaggi verso la Libia sono sconsigliati «fino a quando il problema non sarà risolto», si legge ancora nel comunicato.

La Libia ha deciso ieri di negare i visti di entrata nel Paese a tutti i cittadini dell'area del Trattato di Schengen, senza precisare le ragioni di un tale provvedimento ma verosimilmente come rappresaglia per il divieto svizzero di ingresso nella Confederazione elvetica per 188 dirigenti libici, fra cui il leader Muammar Gheddafi e la sua famiglia.