19 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
Non aveva patologie pregresse

Morta 32enne a Pisa per l'influenza A

La donna è arrivata in condizioni critiche all'ospedale Cisanello da Viareggio

PISA - A Pisa è morta una donna di 32 anni affetta da insufficienza respiratoria acuta causata dal virus dell'influenza AH1N1. La donna - spiega l'Aoup - è morta ieri sera intorno alle 20.30, non aveva patologie pregresse accertate, ed era arrivata in condizioni «critiche» al Cisanello dall'ospedale Versilia di Viareggio, sottoposta ad Ecmo (Extra corporeal membrane oxygenation) dal 23 dicembre, non ha mai mostrato segni di miglioramento e si è spenta ieri sera.

La paziente è arrivata a Pisa dalla rianimazione dell'ospedale Versilia di Viareggio, perché non rispondeva ai trattamenti ventilatori convenzionali. All'arrivo a Pisa le indagini radiologiche hanno subito evidenziato una situazione di estrema gravità - spiega l'Aoup - «un quadro polmonare fortemente compromesso, in condizioni estremamente critiche». Ma è stato comunque deciso di tentare l'Ecmo, la circolazione extracorporea per l'ossigenazione del sangue, ed è stata subito sottoposta al trattamento, per due settimane, ma, i polmoni non hanno mai mostrato segni di miglioramento, e ieri sera la giovane donna è morta.

I familiari hanno voluto comunque ringraziare l'equipe dell'unita' operativa di anestesia e rianimazione cardiotoracica dell'Aoup, per tutti gli forzi fatti, le cure e l'osservazione costante, giorno e notte, nel tentativo di salvarle la vita. Il primario ha consultato anche colleghi stranieri per tentare tutti i tutti i tipi di trattamento possibili, l'infezione dal virus a/H1N1 - spiega l'azienda - era stata sconfitta, ma ormai i polmoni erano compromessi e la giovane donna non ce l'ha fatta.

Non soffriva apparentemente di patologie pregresse, non c'erano patologie diagnosticate, un soggetto quindi sano.

Per Natale è invece tornato a casa un 40enne di Pisa, asmatico, arrivato da solo al pronto soccorso in affanno, in condizioni critiche, è stato intubato, messo in rianimazione cardiotoracica e sottoposto ad Ecmo, dopo una settimana il quadro respiratorio è migliorato, fino alle dimissioni Gtu gen 10