11 dicembre 2019
Aggiornato 23:30
Nuova influenza

Morto 62enne ad Ascoli Piceno, è terzo decesso nelle Marche

Come per le due persone decedute in precedenza era già affetto da patologie croniche

ANCONA - È deceduto, nella notte tra il 7 e l'8 dicembre, l'uomo di 62 anni ricoverato, presso la rianimazione dell'Ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, il 27 novembre scorso. Lo riferisce una nota della presidenza della Regione Marche.

Come per le due persone decedute in precedenza nelle Marche, anche in questo caso l'uomo, residente in un comune dell'ascolano, era già affetto da patologie croniche cosiddette a rischio: in questo caso, diabete e grave cardiopatia. Era arrivato al pronto soccorso con una insufficienza respiratoria in atto che ha reso necessario l'immediato ricovero presso il reparto di rianimazione. Il giorno successivo era giunta la conferma della positività al virus A/H1N1.

Negli ultimi giorni si sono registrati altri due ricoveri di casi gravi, in reparti di terapia intensiva, di persone positive al virus pandemico. Anche in questi casi, si tratta di persone già affette da altre patologie: a Fabriano, dal 4 dicembre, è degente in prognosi riservata una donna di 50 anni affetta da altre patologie preesistenti; a Macerata, dal 7 dicembre, è ricoverato in rianimazione un uomo di 60 anni, proveniente da un ospedale della Zona Territoriale 10 dell'ASUR, dove stava effettuando la chemioterapia per il trattamento della neoplasia da cui è affetto.

Sono invece migliorate le condizioni di salute degli altri casi gravi: non sono più degenti in terapia intensiva il paziente anziano ricoverato a Senigallia e due dei tre pazienti ricoverati in rianimazione presso gli Ospedali Riuniti di Ancona.