19 novembre 2019
Aggiornato 07:00
Salute. Nuova influenza

Morto a Spoleto un 78enne per gravi complicanze

La positività al virus era stata accertata dall'Istituto di virologia dell'Università di Perugia. Lo comunica la direzione sanitaria della Asl 3

SPOLETO - Un 78enne è morto oggi nell'unità di rianimazione dell'ospedale di Spoleto per complicanze legate al virus della nuova influenza. La positività al virus era stata accertata dall'Istituto di virologia dell'Università di Perugia: lo comunica la Direzione sanitaria della Asl 3.

Grave insufficienza respiratoria - Il paziente, spiega la direzione sanitaria, è un uomo di 78 anni che è arrivato al pronto soccorso del presidio di Foligno nella notte del 20 ottobre, presentando una grave insufficienza respiratoria e febbre elevata. Intubato immediatamente è stato trasferito alla rianimazione del presidio di Spoleto dove è deceduto poche ore dopo. Il paziente proveniva da una residenza protetta e da tempo presentava condizioni cliniche gravemente compromesse per cardiopatia cronica ed insufficienza renale.

Regione Umbria: «I cittadini stiano tranquilli» - «Questo caso non deve alimentare alcun allarmismo tra la popolazione - sottolineano dall'assessorato regionale alla sanità - La Regione Umbria ha già attivato tutte le misure necessarie a contenere la pandemia e la prossima settimana partirà la campagna di vaccinazione contro il nuovo virus. I cittadini devono stare tranquilli: il sistema sanitario regionale è pronto e pienamente in grado ad affrontare anche i casi più complessi, con strumentazioni, strutture, profilassi e cure appropriate. La nuova influenza - concludono all'assessorato regionale - ha la caratteristica di essere particolarmente contagiosa, ma ha una bassa letalità ed un tasso di mortalità inferiore a quello dell'influenza stagionale».