16 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Nubifragio Messina

Bertolaso: «Nove dispersi certi sotto il fango»

Per la Protezione Civile: «Le altre persone di cui non si hanno notizie non è detto siano sotto macerie»

MILANO - Il bilancio delle vittime e dei dispersi della alluvione che ha colpito Messina è ancora provvisorio. «Stiamo lavorando con grande attenzione sulla vicenda dei dispersi: le cifre che noi possediamo parlano di circa trentacinque dispersi, nel senso di persone che in queste momento non si sono fatte vive, non hanno dato comunicazioni di sè».

Lo ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, a RadioAnch'io (Rai).

«Questo non significa - ha aggiunto Bertolaso - che debbano essere tutte e trentacinque sotto il fango, sotto le macerie o in mare. Molti possono anche essersi allontanati senza aver detto nulla a nessuno. Al momento - ha sottolineato Bertolaso - i vigili del fuoco hanno nove indicazioni di persone che dovrebbero trovarsi sotto le macerie o sotto il fango e stanno cercando accelerare gli interventi per recuperare queste persone». Le vittime accertate fino ad ora sono ferme a 24.