29 novembre 2020
Aggiornato 05:00
Rifiuti. Sicilia

Palermo sommersa dai rifiuti, 30 roghi nella notte

I 30 autocompattatori dell'Amia non sono sufficienti

PALERMO - Palermo soffocata dai rifiuti è vicina alla crisi perché i cittadini tornano ad esasperarsi a causa della spazzatura non raccolta da circa una settimana e rimasta per strada. La notte scorsa sono stati una trentina i roghi appiccati ai cumuli di spazzatura in varie parti della città.

Sperone, Arenella, Brancaccio, Bonagia, sono le zone dove la spazzatura non viene raccolta da una decina di giorni perché i 30 autocompattatori dell'Amia, la municipalizzata che si occupa della raccolta rifiuti a Palermo, non sono sufficienti. In nottata le fiamme sono divampate anche nei quartieri Montegrappa e Uditore, ma anche vicino al carcere Ucciardone e nei pressi della cittadella universitaria.

Ieri pomeriggio in via Sperone c'era stato anche un blocco del traffico organizzato per protesta dai residenti che hanno messo in mezzo alla strada i cassonetti colmi di spazzatura.