19 giugno 2021
Aggiornato 02:30
Università

Sapienza: «La Gelmini non ci merita!» contesta i test di orientamento!

Questa mattina un centinaio di studenti dell'Onda hanno contestato i test d'ingresso all'Università la Sapienza

ROMA - Questa mattina un centinaio di studenti dell'Onda hanno contestato i test d'ingresso all'Università la Sapienza, invadendo le aule in cui questi si svolgevano e incassando l'approvazione degli studenti presenti.

Durante l'azione sono stati distribuiti dei test alternativi, che in forma ironica hanno criticato lo stato in cui versa l'università italiana. I test di orientamento non sono a numero chiuso, ma comportano per chi ritenuto inadeguato o non meritevole, la cumulazione di un debito formativo al primo anno di università, ancora prima di iniziare i corsi.

Inoltre, le tasse pagate per poter svolgere il test verranno indirizzati ad un fondo per le biblioteche e i laboratori universitari.
Le università definanziate, afflitte da deficit profondi, prive di servizi ed infrastrutture, fanno pagare la crisi agli studenti!!

La contestazione ai test d'ingresso oggi è il primo passo della campagna la Gelmini non ci merita: un modo per dire al Ministro e ai Rettori, Frati tra tutti, che non ha senso parlare di meritocrazia, a fronte di tagli che hanno dequalificato completamente l'università. Una formazione di qualità non è un premio da elargire ai soli meritevoli, ma la base minima per un'università realmente virtuosa!

Sapienza in Onda