2 dicembre 2020
Aggiornato 19:30
I fedeli potranno baciare la teca col sangue di San Gennaro

Teca San Gennaro, Bassolino: «Da Sepe scelta saggia»

«Per quanto mi riguarda l'ho sempre baciata e continuerò a farlo»

NAPOLI - La decisione dell'arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, di far baciare ai fedeli la teca col sangue di San Gennaro rappresenta «una scelta saggia e responsabile». Così il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino.

«Gli allarmismi non servono» - «Per quanto mi riguarda, l'ho sempre fatto in tutti questi anni e lo farò anche questa volta. E' necessario tranquillizzare i tanti e tanti cittadini che oggi si sentono preoccupati. Gli esperti ci dicono che l'influenza A - a Napoli, come a Roma, Milano o a New York - si sta manifestando con un basso indice di pericolosità e dunque gli allarmismi non servono.

Campagna di comunicazione - La Regione Campania - ha aggiunto il governatore - ha già approntato un protocollo operativo che permetterà alle strutture medico-ospedaliere di affrontare con efficienza l'ondata influenzale e, nei prossimi giorni, partirà una campagna di comunicazione con un decalogo informativo sulla H1N1».