19 novembre 2019
Aggiornato 20:30
Nuova influenza

Influenza suina. Ciclicamente torna l'allarme

Il virus ha contagiato, nel mondo, circa 100mila persone e causato la morte di circa 400 persone

ROMA - Ciclicamente torna l'allarme per l'influenza da virus H1N1, popolarmente detta influenza suina. Ci dobbiamo preoccupare? Vediamo un po' di dati. Il virus ha contagiato, nel mondo, circa 100mila persone e causato la morte di circa 400 persone. In termini percentuali significa che abbiamo una mortalità dello 0,4%, meno dei morti di una influenza comune.

Se rapportiamo il numero di infetti e di morti alla popolazione mondiale, 6,75 miliardi circa, il numero di infettati e di decessi è del tutto irrilevante. In Italia si sono verificati 224 casi di contagio e 0 morti; da tener presente che nel nostro Paese ogni anno muoiono per la comune influenza invernale circa 4.500 persone. Ovvio che tutti i segnali di pericolo vanno tenuti in debita considerazione ma, tra allarme e allarmismo c'è una bella differenza. Ci poniamo una domanda: a chi giova l'allarmismo?

Primo Mastrantoni, segretario Aduc