4 aprile 2020
Aggiornato 03:30
Processo per le violenze al G8 di Genova del 2001

G8 Genova: chiesti due anni di carcere per De Gennaro

Per Mortola chiesta condanna a un anno e quattro mesi

GENOVA - Due anni ci carcere per l'ex capo della polizia Gianni De Gennaro: li ha chiesti il Pm Enrico Zucca nel corso della terza udienza del processo con rito abbreviato per le violenze al G8 di Genova del 2001, che oltre a De Gennaro, ora ai vertici dei servizi segreti, vede imputato anche l'ex numero due della Digos Spartaco Mortola.

Ieri il Pm Francesco Cardona Albini aveva spiegato il perché delle imputazioni, oggi il Pm Enrico Zucca ha invece svolto la sua arringa finale con la relativa richieste di pene davanti al Gup Silvia Carpanini: per De Gennaro 2 anni di carcere e per Mortola 1 anno e 4 mesi.

La vicenda nasce quando gli stessi pubblici ministeri che operano oggi stavano preparando l'istruttoria sull'irruzione nella scuola Diaz durante il G8 del luglio 2001 a Genova. Fra gli altri venne interrogato l'allora questore di Genova Francesco Colucci il quale fornì la sua deposizione coinvolgendo in qualche modo nella organizzazione dell'operazione anche l'allora capo della polizia Gianni De Gennaro. In seguito durante il dibattimento Colucci fece passi indietro scagionando De Gennaro da qualsiasi partecipazione o precisa conoscenza dei fatti accaduti.

Da qui la richiesta dei Pm Zucca e Cardona Albini di falsa testimonianza per Colucci e di istigazione alla falsa testimonianza per De Gennaro e Mortola. Infatti nel corso dell'indagine basate in gran parte su intercettazioni telefoniche secondo i Pm è chiara la volontà di De Gennaro e Mortola di far modificare la sua prima deposizione a Colucci. Ambedue naturalmente respingono gli addebiti e hanno chiesto e ottenuto il rito abbreviato, mentre Colucci ha preferito optare per quello ordinario. Subito dopo i Pm hanno preso la parole le parti civili (alcune persone fisiche e l'Associazione giuristi democratici) che hanno sostanzialmente confermato le richieste della pubblica accusa.

La prossima settimana sarà la volta delle difese, la sentenza è attesa entro il 17 di luglio.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal