19 maggio 2019
Aggiornato 16:00
Dl anticrisi

«Crisi, da governo nuovi slogan, ma nessun contenuto»

A dichiararlo è Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori

«Gli emendamenti presentati dalla maggioranza al dl anticrisi non sono altro che un tentativo di diffondere nuovi slogan. Si tratta, infatti, di misure piene di belle parole, ma di fatto vuote di contenuto, dal momento che l’esecutivo ha già reso noto che non ci saranno aumenti di risorse rispetto a quei sei miliardi stanziati, che noi riteniamo del tutto insufficienti a risanare la situazione economica del Paese». A dichiararlo è Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori.

«La politica del governo – aggiunge Borghesi – prosegue dritta sulla sua logica delle parole. Ora nel nuovo pacchetto di emendamenti si parla di aumenti per gli assegni familiari, quando tutte le proposte di Italia dei Valori, che andavano in direzione di un consistente sostegno alle famiglie, sono stati messi da parte. La bocciatura, poi, della proposta di aumentare la cifra rispetto ai sei miliardi stanziati, fa perdere davvero le ultime speranze che potevano esserci sul fatto che il governo fosse intenzionato in qualche modo a sostenere i cittadini».