16 ottobre 2021
Aggiornato 03:30
Lodo Alfano

Messina (Idv): «Lodo Alfano: Berlusconi commette abuso d’ufficio»

Aspetto tutti i miei conterranei, presso i gazebo che saranno allestiti in Sicilia – afferma l’on. Ignazio Messina, che oggi, insieme all’on. Antonio Di Pietro e un folto gruppo di parlamentari dell’Italia dei Valori, ha depositato, presso la Suprema Corte di Cassazione, il quesito referendario di abrogazione del lodo Alfano, la legge che regala l’immunità alle quattro più alte cariche dello Stato.

«E’ una legge incostituzionale nella forma e sbagliata nella sostanza – prosegue Messina – Innanzitutto stiamo parlando di disposizioni che possono essere prese solo con legge costituzionale e non con una legge ordinaria ma soprattutto è una norma che nasconde una deriva democratica.

Torneremo sulle piazze e nelle strade per chiedere ai cittadini di firmare il referendum per l’abrogazione di una norma che costituisce un «abuso d’ufficio del Presidente del Consiglio», messo in atto da Berlusconi per garantirsi l’impunità, si badi bene, non da reati politici ma da quelli comuni, commessi anche prima dell’assunzione della carica.
Se innocente –conclude Messina – perché Berlusconi teme di sottoporsi al giudizio della Magistratura come un normale cittadino, proprio lui che dovrebbe rappresentare tutti?