Digitalizzare il degrado

Addio scritte sui monumenti, a Firenze il graffito diventa digitale

I visitatori potranno lasciare il proprio messaggio digitale grazie all'app Autography che consente di personalizzare le scritte digitali in vari stili.

FIRENZE - Benvenuti nel Campanile di Giotto! Però basta graffiti, passiamo al digitale. E' un iniziativa dell’Opera di Santa Maria del Fiore che prova ad utilizzare i nuovi strumenti come deterrente alle scritte deturpano i monumenti del Duomo di Firenze.

A Firenze il graffito digitale
«Da secoli conserviamo capolavori - dice il messaggio - da oggi le scritte sui muri saranno subito rimosse, ma se ci lasciate il vostro messaggio digitale lo conserveremo per sempre, come un opera d'arte». I visitatori che salgono sul Campanile di Giotto ora trovano al primo, terzo e quarto livello delle postazioni su cui potranno lasciare il proprio messaggio digitale grazie a una app chiamata Autography. La App consente di personalizzare le scritte digitali in vari stili (penna, pennarello, pennello, spray e matita) colori e superfici. Le scritte digitali saranno scaricate, catalogate e conservate nell’archivio storico dell’Opera di Santa Maria del Fiore, dove sono custoditi i documenti di sette secoli di vita artistica fiorentina.