Innovazione | Venture Capital

Chi sono i cinque nuovi imprenditori entrano nel network di Endeavor Italia

I nuovi imprenditori che dopo l’International Selection Panel di Milano entrano a far parte di Endeavor Italia

Chi sono i cinque nuovi imprenditori entrano nel network di Endeavor Italia
Chi sono i cinque nuovi imprenditori entrano nel network di Endeavor Italia ()

MILANO - Endeavor Italia, organizzazione che promuove la crescita economica di imprenditori ad alto potenziale, accoglie nel suo network cinque nuovi imprenditori selezionati nel corso dell’International Selection Panel (ISP) di Milano: Gianluigi Casole e Andrea Scotti Calderini, CEO e co-founder di Freeda Media, media company che produce contenuti premium rivolti prevalentemente ad un target femminile; Daniele Ratti, CEO di Fatture in Cloud, la piattaforma di fatturazione online più usata in Italia; Fabrizio Perrone e Gennaro Varriale, CEO e CTO di Buzzoole, influencer marketing solution provider in grado di connettere i brand ai content creator attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale.

«È una grande soddisfazione accogliere cinque nuovi imprenditori italiani proprio in occasione dell’ISP che si è svolto a Milano: è stata un’occasione per dimostrare l’intraprendenza e le potenzialità di queste società innovative nate e cresciute in ‘casa’, le cui strategie di business sono state valutate positivamente da un panel internazionale composto da venture capitalist e imprenditori di successo - sottolinea Raffaele Mauro, managing director di Endeavor Italia -. Da questo momento grazie al network di Endeavor, gli imprenditori di Freeda Media, Fatture in Cloud e Buzzoole avranno accesso a mercati globali, a programmi di sviluppo del talento e al capitale, in modo da accelerare la crescita e l’espansione internazionale delle proprie aziende».

Chi sono Gianluigi Casole e Andrea Scotti Calderini, co-founder e CEO di Freeda Media
Gianluigi Casole ha fatto parte del team di investimenti diretti di Holding Italiana Quattordicesima e negli anni, come investitore di H14, sviluppa un forte interesse per l'evoluzione del settore media e dei nuovi modelli editoriali e distributivi nati grazie alle innovazioni digitali.

Andrea Scotti Calderini ha lavorato come direttore del branded entertainment e dei contenuti cross mediali di FremantleMedia e di Mediaset & Publitalia, seguendo progetti per programmi come X Factor, Got Talent, Le Iene e Amici di Maria De Filippi. Inizia la sua carriera nel settore della moda e dell’entertainment nell’azienda D'management Group.

Nel settembre 2016 Casole e Scotti Calderini fondano Freeda Media, la media company che produce contenuti premium rivolti principalmente ad un target di donne - Millennial e Gen Z - distribuiti su piattaforme social come Facebook e Instagram. Il modello di business si fonda sulla creazione e distribuzione di contenuti branded e attività di comunicazione integrata. «Abbiamo la fortuna di collaborare con un team composto da talenti creativi che ogni giorno lavorano per offrire contenuti unici in Italia, Spagna e, presto, nel resto del mondo. Grazie ad Endeavor Italia avremo la possibilità di espandere i nostri orizzonti: il nostro obiettivo è diventare la voce più rilevante per un’intera generazione di donne a livello globale», sottolineano Gianluigi Casole e Andrea Scotti Calderini.

Chi è Daniele Ratti, CEO e founder di Fatture in Cloud
26 anni, laureato in Ingegneria Informatica all’Università degli Studi di Bergamo, Daniele Ratti sviluppa applicazioni e giochi per iOS e Android da quando ha 18 anni. Nel 2011 apre partita IVA e la sua prima azienda di videogames. L’esigenza personale di semplificare le comunicazioni con il commercialista e gestire le proprie fatture lo porta a sviluppare un software dedicato alla fatturazione: nel 2014 lancia sul mercato Fatture in Cloud e vince la ItCup, la StartUp Competition di Registro.it, grazie a cui partecipa nel 2015 alla Business School «Mind The Bridge» a San Francisco.

Fatture in Cloud è il software di fatturazione online leader in Italia, dedicato a piccole imprese e liberi professionisti, che permette a chiunque la gestione della fatturazione attiva e passiva a 360°. Oltre all’emissione dei documenti ha tutta una serie di funzionalità avanzate che semplificano la vita delle partite IVA, come i solleciti automatici e la riconciliazione bancaria. In più, permette di avere un collegamento diretto con il proprio commercialista, per inviargli in pochi click tutte fatture e acquisti da registrare nella propria contabilità. «Strategica per noi è stata l’acquisizione a metà 2015 del 51% da parte del Gruppo TeamSystem, leader di mercato nell'ambito dei gestionali di fatturazione e contabilità che coinvolge il 40% dei commercialisti italiani con cui abbiamo consolidato il legame», spiega Daniele Ratti, CEO e Founder di Fatture in Cloud Ad oggi l’azienda conta 30.000 clienti paganti, 14 dipendenti e ha sede a Bergamo.

Chi sono Fabrizio Perrone e Gennaro Varriale, co-founder di Buzzoole
Fabrizio Perrone inizia la sua carriera di imprenditore nel 2008 come co-fondatore e Managing Director di Fan Media e nel 2010 è tra i primi italiani a scommettere sul Buzz Marketing, creando Viral Eye. Dal 2014, oltre a ricoprire il ruolo di CEO in Buzzoole, è diventato Mentor al Branson Center Entrepreneurship (Virgin Unite) con l'obiettivo di aiutare altri imprenditori a creare le startup del futuro.

Gennaro Varriale nel 2013 in sole sei ore sviluppa Pingram.me, un’app mashup tra Instagram e Pinterest diventata virale in pochi giorni. In Buzzoole dirige il reparto IT/R&D che ha realizzato e continua a potenziare GAIIA, il primo algoritmo di AI applicato all'Influencer Marketing.

Nel 2013 Perrone (CEO) e Varriale (CTO) fondano Buzzoole, un influencer marketing solution provider in grado di connettere i brand ai content creator attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. GAIIA – cuore della tecnologia di Buzzoole – unisce sistemi di image recognition, big data e natural language analysis, per aiutare i brand a identificare i content creator con la maggiore affinità e realizzare campagne di successo. «Buzzoole vanta oggi un team composto da oltre 70 persone distribuite tra le sedi di New York, Londra, Milano, Roma e Napoli, più di 260.000 gli utenti iscritti alla piattaforma e oltre 850 clienti con cui collabora attivamente. Ci apprestiamo ad aprire nuove sedi all’estero e con il supporto e il network di Endeavor siamo certi che si apriranno tante nuove opportunità per il nostro progetto», spiegano Perrone e Varriale.