Innovazione | Seeds&Chips

Tutta la «food innovation» a Seeds&Chips, il programma

Ricchissimo il programma di iniziative e di conferenze dedicate ai principali temi della food innovation e dell’agricoltura sostenibile. Il programma

Tutta la «food innovation» a Seeds&Chips, il programma
Tutta la «food innovation» a Seeds&Chips, il programma (Shutterstock.com)

ROMA - E’ stata presentata oggi a Roma, alla Farnesina, la quarta edizione di Seeds&Chips - The Global Food Innovation Summit, il più importante evento internazionale dedicato alla Food Innovation, che si svolgerà a Milano dal 7 al 10 maggio a MiCo-Milano Congressi. Quattro giorni di conferenze e incontri sui grandi temi legati al food e all’innovazione in questo campo, dal climate change alla robotica, dall’e-commerce alla precision agriculture, dal food waste alla circular economy; una parte espositiva con startup, aziende, incubatori che presenteranno le loro proposte tecnologiche; più di 200 speaker internazionali, investitori e policy maker da tutto il mondo per confrontarsi sulle maggiori sfide globali.

Un focus speciale sarà dedicato al tema dell’acqua, una delle maggiori sfide dei prossimi anni a livello globale, come anticipato dalla Call for Ideas WaterFirst! lanciata a novembre 2017, in collaborazione con UNIDO ITPO Italy (l’Ufficio per la Promozione Tecnologica e degli Investimenti dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale), il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) e diretta a innovatori di tutto il mondo per sviluppare progetti e innovazioni per l’uso sostenibile dell’acqua, ha raccolto 65 progetti provenienti da 23 Paesi e 4 continenti.

Dei 30 progetti finalisti, 5 si aggiudicheranno un contributo di «ospitalità» per il viaggio e l’alloggio a Milano e il progetto più votato tra i migliori 5 vincerà un premio di 10.000 Euro dedicato all’ Ambasciatore Giorgio Giacomelli, diplomatico milanese scomparso lo scorso anno, membro onorario dello UN Advisory Board on Water and Sanitation. «Questa quarta edizione di Seeds&Chips rappresenta una tappa cruciale del percorso intrapreso a livello mondiale nel 2015, quando il cibo e l’ambiente sono diventati protagonisti del dibattito sul futuro - ha detto Marco Gualtieri, Presidente e Fondatore di Seeds&Chips -. Da EXPO, alla sottoscrizione degli SDGs delle Nazioni Unite fino all’accordo sul clima di Parigi, nel giro di un solo anno il mondo ha iniziato davvero a cogliere l’importanza dei temi legati all’alimentazione e all’ambiente come cruciali per il futuro del nostro Pianeta. Oggi le sfide avviate in quei 12 mesi arrivano sul palco di Seeds&Chips, attraverso la voce da un lato dei giovani e dall’altra dei più importanti attori della rivoluzione alimentare mondiale. Seeds&Chips vuole continuare a percorrere questa strada rivoluzionaria, consapevole che tutti i messaggi, i nuovi modelli, le innovazioni e le opportunità legate al cibo devono essere declinati per raggiungere ogni angolo del Pianeta».

L’Olanda sarà partner dell’edizione a cui parteciperà SAR Principessa Viktoria de Bourbon de Parme che ha contribuito alla realizzazione di un programma di iniziative legate al farming in collaborazione con Seeds&Chips. Il progetto si concentra sul supporto agli agricoltori dei Paesi in via di sviluppo nell’utilizzo di tecnologie innovative così da favorirne le condizioni di vita e di lavoro. Oggi infatti l’80% del cibo mondiale viene prodotto da fattorie a livello familiare, la maggior parte delle quali vive in condizioni di forte povertà. Per assicurare un’adeguata sicurezza alimentare e continuare a nutrire la popolazione globale, c’è bisogno di una nuova generazione di agricoltori in grado di utilizzare le tecnologie più innovative così da raggiungere la sostenibilità economica, sociale e ambientale. Alla sessione dell’8 maggio parteciperanno tra gli altri alcuni giovani agricoltori da Honduras, Senegal, Algeria e India; Carola Schouten, Vice Primo Ministro e Ministro dell’Agricoltura dei Paesi Bassi e Gilbert F. Houngbo, Presidente IFAD.

Ricchissimo il programma di iniziative e di conferenze dedicate ai principali temi della food innovation e dell’agricoltura sostenibile: l’Executive Chairman di Starbucks, Howard Schultz, fondatore della più grande catena internazionale di caffetterie al mondo, aprirà la prima giornata del summit milanese il 7 maggio; seguito poi da nomi illustri quali Nathan Myhrvold, ex CTO di Microsoft, Nicolas Jammet, tra i delegati presidenziali inviati da Michelle Obama a EXPO 2015 e co-founder di Sweetgreen, Sarah Toumi, CEO e founder di Acacias for all, movimento che ha portato alla piantagione di un milione di alberi di Moringa in nord Africa, sul cambiamento del settore agricolo nella subregione del Maghreb arabo e tanti altri.

Anche quest’anno porteranno il loro contributo startup, aziende e incubatori provenienti da tutto il mondo che si confronteranno e dialogheranno sull’innovazione tecnologica come chiave di volta per la definizione di un universo alimentare sostenibile e accessibile a tutti. Saranno presenti tra le altre alcune tra le start up più interessanti nel panorama mondiale della food innovation: la svizzera Ambrosus Technologies GmbH, un ecosistema di blockchain open source che garantisce qualità e sicurezza ai prodotti alimentari e farmaceutici; la francese Algama, che produce micro alghe, uno dei superfood del futuro; Desolenator, depuratore di acqua attraverso un processo innovativo di distillazione particolare, dai Paesi Bassi; le americane LeanPath, principale fornitore globale di soluzioni hardware e software integrate per le istituzioni culinarie, Beyond Meat, produttore del rivoluzionario burger vegetariano composto da proteine vegetali che richiamano perfettamente quelle animali e Apeel Sciences, leader tecnologico e ambientale nel settore agricolo; dall’India Dishq, che sfrutta la scienza alimentare e i dati per comprendere e prevedere le preferenze di gusto delle persone e le italiane Tannico, il più grande negozio online di vino, Taste Srl – Vinhood, dedicata al mondo dell’enologia e Robonica, produttore di serre smart con un sistema di coltura idroponica casalinga completamente automatizzata. Infine il 10 maggio verranno assegnati i Seeds&Chips Awards, i premi di Seeds&Chips per i progetti più innovativi.

Questa è, tuttavia, solo una parte del vasto programma di Seeds&Chips a cui vi invitiamo a partecipare per essere parte anche voi del futuro, nostro e del nostro Pianeta.