20 agosto 2019
Aggiornato 13:30
assistenti vocali

Google Assistant su eBay: la lotta contro Amazon è vocale

Google rende possibile acquistare articoli su eBay attraverso il suo assistente vocale Assistant, dopo l'accordo già stretto questa estate con Walmart

Google Assistant su eBay: la lotta contro Amazon è vocale
Google Assistant su eBay: la lotta contro Amazon è vocale ANSA

SAN FRANCISCO - Dopo aver stretto accordi con il Big della grande distribuzione americana Walmart, Google renderà possibili gli acquisti attraverso il suo assistente vocale anche su eBay. La versione aggiornata è stata rilasciata in questi giorni e consente agli utenti di avviare una conversazione su un elemento che intendono acquistare su un altoparlante intelligente, per poi continuare l’esperienza di acquisto su uno smartphone.

L'applicazione eBay è una delle prime applicazioni vocali di Google Assistant per approfittare della nuova funzione Google chiamata multi-superficie di commutazione. All'inizio di questo mese, Google ha introdotto una serie di modifiche - tra cui la commutazione multi-superficie - per dotare meglio gli sviluppatori di strumenti utili per fare app vocali per i milioni di dispositivi che possono parlare con Google Assistant. Come ogni altra esperienza guidata da conversazione tramite intelligenza artificiale, l’app vocale di eBay fa ancora errori, ma sa ovviamente andare già oltre la quei iniziale. Ad esempio, prima di fornire una risposta a una ricerca di cuffie wireless, l'applicazione eBay può chiedere se si desidera che le cuffie siano di Apple, Sony o di un' altra marca, se si desidera cuffie in-ear o over-the-ear, e quale colore si preferisce.

L'esperienza di acquisto multi-superficie con Google Assistant sembra oggi essere limitata alle applicazioni vocali di Google, ma tale funzionalità potrebbe un giorno essere utilizzata per lo shopping attraverso altre interfacce visive, come Chromecast o tablet, utilizzando il sistema operativo Android. Lo shopping multi-superficie potrebbe anche cambiare Google Express, che è la risposta di Google al massiccio mercato di Amazon.

Google Assistant, di fatto, permetterà a Google di acquisire sempre più potere nel mondo del giganti del web. Secondo Strategy Analytics, entro il 2022, i dispositivi che utilizzano Google Assistant saranno molto più diffusi nel mercato degli smartphone rispetto a quelli che utilizzano gli assistenti vocali nativi concorrenti come Siri di Apple o Bixby di Samsung. L’espansione degli assistenti vocali comporterà un maggiore uso dei motori di ricerca. Per Google e il gigante cinese di ricerca Baidu sono attesi guadagni importanti tra il 2017 e il 2022, in quanto si stima che aumenteranno le loro quote di mercato rispettivamente del 31% e del 75%.

La diffusione di Google Assistant (e in generale degli assistenti virtuali) avverrà parallelamente a quella degli smart speaker. Secondo un nuovo rapporto di Juniper Research dispositivi intelligenti come Amazon Echo, Google Home e Sonos One saranno installati dal 55% delle famiglie statunitensi entro il 2022. Entro tale data, oltre 70 milioni di famiglie avranno almeno uno di questi altoparlanti intelligenti in casa propria e il numero totale di dispositivi installati raggiungerà i 175 milioni. Anche se la vera esplosione degli assistenti vocali avverrà su smartphone, con oltre 5 miliardi di assistenti installati su smartphone in tutto il mondo entro il 2022.