20 ottobre 2019
Aggiornato 23:00
industria 4.0

Questa startup dell'Industria 4.0 ha ricevuto 400mila euro di investimento

Round di investimento da parte di una cordata di investitori tra cui LVenture Group, Barcamper Ventures e alcuni membri di Angel Partner Group

ROMA - Loro fanno Industria 4.0, un settore che - di questi tempi - in Italia va per la maggiore. E non sorprende, forse, che abbiano ricevuto un investimento pari a 400mila euro. Stiamo parlando di PlayWood, la startup che sviluppa arredi facilmente componibili per spazi in continua trasformazione.  Il round è stato concluso da una cordata di investitori professionali tra cui LVenture Group, Barcamper Ventures e alcuni membri di Angel Partner Group.

PlayWood è un sistema d’arredo sviluppato per l’allestimento di spazi temporanei come uffici coworking, pop up shop ed eventi. PlayWood propone un innovativo sistema d’arredo che coglie le intuizioni di Enzo Mari dedicate all’autoprogettazione e le contestualizza nell’era digitale grazie a internet e alla Manifattura 4.0. Opera nel settore del design e, grazie alla stampa 3D, ha creato un innovativo sistema d’arredo per spazi in continua trasformazione che permette a chiunque di realizzare il proprio design e di modificarlo a seconda delle necessità. La startup mette a disposizione una libreria di arredi autoprogettati dalla community di designer e scaricabili dal web gratuitamente. Ogni arredo si può ricombinare con la stessa facilità di un Lego grazie all’innovativo sistema di assemblaggio capace di abbinare estetica e funzionalità.

Vedi anche: PlayWood: «Con il nostro connettore costruiamo arredi infiniti» »

«Siamo davvero orgogliosi di sostenere una giovane e promettente realtà come PlayWood, che è riuscita sapientemente a coniugare funzionalità, estetica e made in Italy in un progetto dalle grandi potenzialità - ha detto Luigi Capello, CEO di LVenture Group e LUISS -. È stata la nostra scommessa fin da subito, da quando è stata selezionata per il programma di accelerazione di LUISS ENLABS; una scommessa su cui abbiamo deciso di continuare a credere e a investire, come testimonia questo nuovo round d’investimento chiuso da LVenture Group insieme a Barcamper Ventures e Business Angels. Siamo più che convinti che adesso la startup riuscirà a fare il salto di qualità che tutti noi ci auspichiamo e ad affermarsi a pieno titolo sul mercato internazionale».

La startup fondata nel 2014 da Stefano Guerrieri, Carlotta Nizzoli e Mirco Bonilauri distribuisce il proprio prodotto in 18 paesi attraverso i canali on-line ed una rete distributiva capillare che si estende al Giappone agli Stati Uniti. Oltre 210 mila connettori Playwood sono stati distribuiti in 20 paesi di 4 continenti, con una crescita del 25% mese su mese e più di 11 mila progetti scaricati dagli oltre 20 mila utenti della community. L’investimento sarà utilizzato per sviluppare e rafforzare la struttura della giovane impresa, accrescere il team ed ampliare il mercato internazionale.