economia

In questo e-commerce 'disruptive' il prezzo lo fa chi compra

PriceBox lascia che la domanda dichiari a che prezzo si vincola all’acquisto. Saranno così i merchant a decidere se cogliere la vendita. E' in equity crowdfunding su Tip Ventures

Pricebox, l'e-commerce 'disruptive' dove il prezzo lo fa chi compra
Pricebox, l'e-commerce 'disruptive' dove il prezzo lo fa chi compra (Shutterstock.com)

MILANO - Dimenticatevi il concetto più comune di e-commerce: su Pricebox è il compratore a stabilire il prezzo per la merce acquistata. Nel commercio reale, lo sconto non pubblicizzato viene banalmente chiesto alla cassa. Nel digitale, invece, esistono solo modelli B2C dove il negozio espone il prezzo e il consumatore, se vuole, mette nel carrello.

L’e-commerce dove il prezzo lo fa chi acquista
PriceBox, società fondata a Milano nel 2015 e partecipata da Moffulabs, porta questa naturale dinamica dello sconto non pubblicizzato sul digitale. La soluzione è lasciare che la domanda dichiari a che prezzo si vincola all’acquisto e che i merchant decidano se cogliere tale vendita. Molto più efficace ed efficiente, il tutto in un modello basato su prezzi di riserva non pubblicizzati e prezzi della transazione non tracciabili.

I vantaggi
«PriceBox offre una soluzione semplice che crea enorme valore sia lato domanda che offerta - spiega Nicola Gallotti, CEO e co-founder di Pricebox -. Quest’ultima, grazie a prezzi non pubblicizzati e tracciabili, riconquista flessibilità nella gestione del proprio magazzino incontrando la domanda ovunque essa sia, migliorando i margini di vendita e l’efficacia del capitale circolante, il tutto tutelando l’immagine di marca dei prodotti a catalogo come nessun’altra soluzione ecommerce ad oggi sul mercato. Il consumatore risparmia tempo e denaro grazie alla combinazione del nostro comparatore prezzi (che consente, minimo, di comprare al miglior prezzo di mercato pubblicizzato in rete) con, unicità PriceBox, la possibilità di provare a «battere il mercato» facendo una proposta d’acquisto vincolante. Un acquisto facile, divertente, sfidante che, grazie ai prezzi non pubblicizzati, PriceBox riesce a soddisfare 2 volte su 3. In ottica mobile, la nostra semplicità dirompente sta per rivoluzionare il cosiddetto «showrooming» con utenti che passano da PriceBox prima di passare alla cassa. Scalabile su tutte le categorie merceologiche e mercati geografici, lavoriamo per diventare il nuovo punto di riferimento nel digital shopping».

La campagna di equity crowdfundin
L’azienda ha recentemente lanciato una campagna di equity crowdfunding tramite Tip Ventures, la prima piattaforma in Europa autorizzata a raccogliere capitali di rischio in linea con la direttiva europea MiFID, eseguita direttamente online dal portale. L’obiettivo è raccogliere quei capitali necessari a supportare la crescita della società che ha già sviluppato le tecnologie e la piattaforma proprietaria. «L’innovazione risiede spesso nel fornire un approccio diverso ai modelli di business tradizionali. L’ecommerce è in constante crescita in tutto il mondo, ma anche in costante evoluzione - ha detto Matteo Masserdotti, AD di Tip Ventures -. Il fantastico team di Pricebox, composto da manager del settore, ci ha sorpreso con questo cambio di paradigma che crediamo possa avere effetti disruptive sul mercato».