itCup del Regsitro.it, nuova call per startup Ict

Il premio consiste nella possibilità di volare nella Silicon Valley per frequentare la Startup School di Mind The Bridge, che può essere considerato il più importante centro di formazione per startup al mondo

itCup del Regsitro.it, nuova call per startup Ict
itCup del Regsitro.it, nuova call per startup Ict (Shutterstock.com)

MILANO - C’e tempo fino alle 23.59 del prossimo 3 luglio, per iscriversi alla sesta edizione della .itCup del Registro.it, il servizio di anagrafe dei domini internet italiani gestito dall'Istituto di Informatica e Telematica del Cnr. Basta andare sul sito www.itcupregistro.it, per candidarsi all’ormai tradizionale competizione per startup, che per il secondo anno consecutivo coincide con un’importante ricorrenza della recente storia tecnologica del nostro Paese: se nel 2016 cadeva il trentennale della prima connessione Internet italiana, in questo 2017 è infatti in calendario il 30esimo anniversario del primo nome a dominio .it, registrato proprio al Cnr di Pisa il 23 dicembre 1987.

Anche per quanto concerne il riconoscimento destinato al vincitore, il premio SanFranciscoDreaming, la tradizione è pienamente rispettata. Il premio consiste nella possibilità di volare nella Silicon Valley per frequentare la Startup School di Mind The Bridge, che può essere considerato il più importante centro di formazione per startup al mondo. Nel 2014, a imbarcarsi per la California fu il bergamasco Daniele Ratti, allora 23enne fondatore di Fatture in Cloud, in passato tra i più noti partecipanti alla competizione al pari di Cloudesire, dell’aggregatore di carsharing Andale e di Ganiza. Al rientro in Italia, Fatture in Cloud fu acquisita dal gruppo Teamsystem, primario operatore nazionale nei software gestionali per aziende, diventando uno dei casi di successo più noti nel panorama italiano delle startup degli ultimi anni. Ebbene: per questa edizione 2017, Fatture in Cloud torna alla .itCup del Registro.it in qualità di co-sponsor dello stesso premio SanFranciscoDreaming, del quale sosterrà le spese assieme alla Fondazione Denoth. Quest’ultimo è un ente no profit dedicato alla memoria del professor Franco Denoth, scienziato che è stato a lungo direttore del Registro.it, e del figlio Enrico.

La storia di Fatture in Cloud dimostra come la .it Cup del Registro.it sia una fucina di soluzioni tecnologiche innovative destinate soprattutto alle piccole e medie imprese, un laboratorio di sviluppo capace di attrarre l’attenzione e i capitali di realtà industriali già affermate. Per iscriversi all’edizione 2017 ci sono quindi 60 giorni di tempo: possono concorrere sia startup già costituite giuridicamente in forma societaria sia gruppi di giovani con idee di impresa in fase di sviluppo, purché rigorosamente operanti nel settore Ict, ad esempio nelle applicazioni per smartphone, nei servizi per il web o nel mondo dell'Internet of things. Una delle condizioni necessarie per le candidature, anzi, è che il progetto presentato sia in fase early stage, ovvero che non abbia già ricevuto round di finanziamento di rilievo da investitori o tramite altre competizioni dedicate all’imprenditoria giovanile. Il senso di questa regola è che i partecipanti possano trovare un vero momento di crescita in quel percorso formativo tailor-made che rappresenta un importante punto di forza di questa manifestazione.

Al percorso accedono tutti i finalisti: quest’anno saranno sei e, dopo essere stati selezionati entro fine luglio, saranno ospitati a Pisa, completamente a spese del Registro.it, per partecipare alla .itCup School. Al contrario che in altre competizioni simili, dunque, qui la formazione avviene sul campo, a tu per tu con i più importanti mentors italiani. Il 4, 5 e 6 ottobre prossimi, in coincidenza con l’Internet Festival 2017, gli aspiranti imprenditori trascorreranno tre giorni in aula concentrandosi sui temi più delicati per chi vuole fare startup: dal business model fino al rapporto con gli investitori, dalla composizione del team fino ai dettagli della gestione economico-finanziaria, con un particolare focus sui processi d’investimento.

Le sei finaliste, da ultimo, saranno attese a Roma il 26 ottobre, per sottoporsi al verdetto della giuria, che stabilirà chi salirà sull’aereo per la California, e per testare le proprie idee di business davanti a una platea formata da primari investitori nazionali nel settore startup e da altri noti imprenditori. L’accesso alla Startup School di Mind The Bridge non sarà comunque l’unico trofeo in palio: un altro premio sarà offerto da Prana Ventures di Milano e dalla digital agency toscana iDNA, che garantiranno a un secondo concorrente un pacchetto di comunicazione di alto profilo, completamente gratuito, e in aggiunta un piccolo budget da spendere in ulteriori attività di marketing. Completa il quadro StartupItalia!, il principale magazine italiano dedicato al mondo delle startup, che anche quest’anno ha accettato di essere media partner della competition.