24 giugno 2017
Aggiornato 22:40
Subscription economy

SlimPay, la piattaforma per i pagamenti ricorrenti online

La piattaforma tecnologica di SlimPay consente alle aziende di gestire direttamente l’intero processo di pagamento, senza il coinvolgimento diretto della banca - dalla sottoscrizione dell’abbonamento, alle fasi di autorizzazione dell’addebito, fino all’incasso - offrendo un’efficace alternativa al bonifico o alla carta di credito

Il team
Il team (SlimPay)

MILANO - Dallo streaming di musica e video al car sharing, fino alle utenze, le nuove tendenze di consumo vedono diminuire nelle persone l’interesse per il possesso fisico dei beni e aumentare la propensione all’utilizzo di servizi e prodotti in abbonamento. Cambiano così anche le modalità di business di molti settori, con conseguenti effetti sui metodi di pagamento, ora dilazionati nel tempo e ricorrenti. Ed è in questo contesto sociale e tecnologico che arriva in Italia, SlimPay, fintech francese specializzata nei pagamenti ricorrenti tramite addebito diretto.

Un po’ di storia
Fondata nel 2009 da Jérôme Traisnel, SlimPay ha anticipato l’avvento della cosiddetta «subscription economy» con lo sviluppo di una sofisticata infrastruttura tecnologica in grado di digitalizzare le procedure inerenti agli addebiti su conto corrente, automatizzando i processi in modo veloce e sicuro. Oggi la società gestisce oltre 2.000 clienti in 34 paesi ed è tra i leader europei dei pagamenti ricorrenti on line tramite addebito diretto SEPA. Tra i clienti SlimPay, aziende ed organizzazioni internazionali quali Deezer, Nespresso e UNICEF.

Un’alternativa al bonifico
La piattaforma tecnologica di SlimPay consente alle aziende di gestire direttamente l’intero processo di pagamento, senza il coinvolgimento diretto della banca - dalla sottoscrizione dell’abbonamento, alle fasi di autorizzazione dell’addebito, fino all’incasso - offrendo un’efficace alternativa al bonifico o alla carta di credito. «Gli italiani sono da sempre tra gli utenti più cauti e refrattari all’utilizzo delle carte di credito per i pagamenti on line - osserva Jérôme Traisnel, CEO di SlimPay. -. Per questo siamo fiduciosi che SlimPay verrà apprezzato tanto dalle aziende che dagli utenti per la sua modalità di pagamento con addebito diretto facile, veloce e sicuro».

I vantaggi di SlimPay (e del FinTech)
L’autorizzazione dell’addebito bancario è tutt’oggi un processo complicato che richiede la compilazione e l’invio di moduli cartacei sia da parte dell’utente che del venditore. SlimPay sostituisce tutto ciò grazie all’automatizzazione digitale, accorciando notevolmente le tempistiche e minimizzando i potenziali errori che possono sorgere nel corso delle procedure manuali. Le soluzioni tecnologiche offerte da SlimPay portano quindi notevoli vantaggi alle aziende supportandole nell’ottimizzazione del ciclo di vita del cliente, favorendone la fidelizzazione, riducendo il rischio di ritardo nei pagamenti e, a lungo termine, massimizzando i ricavi.
«Anche in Italia la subscription economy è in veloce affermazione. Le persone stanno diversificando le modalità di accesso ai servizi e ai beni, e per soddisfare le nuove esigenze occorrono sistemi di transazione adeguati - conclude Jérôme Traisnel -. Sono sempre più numerose le aziende che richiedono soluzioni di pagamento al passo con i tempi e in grado di favorire lo sviluppo di nuovi modelli di business. Per questo l’Italia rappresenta per SlimPay un mercato chiave dalle elevate potenzialità».