11 maggio 2021
Aggiornato 16:30
imprenditoria femminile

Chi ha vinto il Premio GammaDonna

Il Premio GammaDonna è stato vinto dall'imprenditrice Giulia Baccarin, CEO di MIPU, un acceleratore di startup tecnologiche con una forte impronta internazionale

MILANO - Una giornata dedicata alla idee, alla voglia di farcela e ai progetti innovativi quella dell’8° Forum Nazionale dell’Imprenditoria Femminile e Giovanile, svoltosi nella giornata del 10 novembre a Milano, presso la sede del Sole 24Ore. Determinazione e voglia di farcela che hanno avuto tutte le 6 finaliste del Premio GammaDonna, ma in particolare, la vincitrice Giulia Baccarin, CEO di MIPU.

Il progetto vincitore del Premio GammaDonna
Un progetto che mira a combattere il fenomeno dei cosiddetti «cervelli in fuga» quello di MIPU, acceleratore di startup tecnologiche con una forte impronta internazionale. L’obiettivo è quello di aprire il più possibile le porte in Italia per fare in modo che, non solo i nostri ‘cervelli’ restino nel Belpaese, ma soprattutto che sia finalmente l’Italia ad attirare talenti dall’estero. Cosa che presso l’acceleratore MIPU sta avvenendo grazie alle collaborazioni internazionali con paesi come l’Australia, l’Israele, il Giappone, il Congo e la Corea del Sud.

Leggi chi sono le 6 finaliste del Premio GammaDonna »

Il Premio GammaDonna
Il Premio GammaDonna, quest’anno dedicato all’Open Innovation, mira a raccontare la storia di quelle imprenditrici che ce l’hanno fatta a raggiungere il successo, malgrado i pregiudizi e la giovane età. Non solo donne, ma anche uomini, per una corretta collaborazione tra generi. Perché Open Innovation è, prima di tutto, mente aperta al cambiamento.