20 febbraio 2020
Aggiornato 12:00
entro il 10 novembre

Oltre 4 milioni per percorsi didattici innovativi, il bando del Miur

Il Miur ha messo a disposizione oltre 4 milioni di euro per lo sviluppo di curriculi scolastici volti all'apprendimento delle materie digitali. Ecco come partecipare

ROMA - Oltre 4 milioni di euro per promuovere la creazione di 25 curricoli capaci di favorire, all’interno dei percorsi scolastici, lo sviluppo delle competenze digitali attraverso attività di apprendimento volte a stimolare studenti e insegnati ad imparare e studiare i nuovi mondi legati alla tecnologia.

Bando del MIUR per scuole innovative
E’ questo il bando pubblicato dal Miur che invita alla realizzazione di curricula legati ai temi dell’educazione digitale, social media, economia, arte, cultura digitale, big data, robotica educativa e tanto altro ancora. L’obiettivo è quello di stimolare l’apprendimento delle materie digitali già nei primi anni di scuola al fine di costruire una generazione più consapevole e pronta alle innovazioni digitali. Una volta sviluppati, i percorsi verranno messi a disposizione di tutte le scuole italiane. Il bando rientra fra le azioni di attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale. Il contributo massimo attribuibile dal Ministero per la realizzazione di ciascun curricolo digitale è pari a 170 mila euro.

Come partecipare al bando
Per partecipare al bando c’è tempo fino al 10 novembre attraverso la compilazione di un form e l’invio del progetto medesimo che dovrà essere innovativo per modalità di fruizione, organizzazione dei contenuti, modalità di accompagnamento e valorizzazione dei risultati, capacità di stimolare il protagonismo degli studenti. Le scuole, per poter partecipare al bando, dovranno unirsi in rete e formare partenariati innovativi con il mondo esterno. I contenuti e i materiali dei curricoli proposti dovranno essere rilasciati in formato aperto (Open Educational Resources) in modo da renderne possibile il pieno utilizzo e il potenziale riuso, senza costi aggiuntivi di fruizione e riutilizzazione.

Le aree tematiche da seguire per la presentazione dei progetti:

1) diritti in Internet;
2) educazione ai media(e ai social);
3) educazione all’informazione;
4) STEM (sviluppo delle competenze digitali, ad esempio, per la robotica educativa, making e stampa 3D, Internet delle cose);
5) bige open data;
6) coding;
7) arte e cultura digitale;
8) educazione alla lettura e alla scrittura in ambienti digitali;
9) economia digitale;
10) imprenditorialità digitale.