30 marzo 2020
Aggiornato 19:00
formazione digitale

PeerDojo, tra i bambini per imparare il coding

Si è svolto ieri nell'ambito del Supernova Festival di PeerDojo, il CoderDojo realizzato dai bambini per i bambini. I piccoli hanno creato un videogioco con il programma Scratch

TORINO - Come annunciato i piccoli di CoderDojo si sono dati appuntamento ieri in piazza San Carlo a Torino nell’ambito del Supernova Festival per accogliere tutti i bambini in un unico e splendido Peerdojo. Un’iniziativa che ha riscosso un buon successo, come confermato dagli organizzatori, e che ha visto la partecipazione di numerosi bambini che hanno collaborato insieme per la realizzazione di un videogioco attraverso l’utilizzo del programma Scratch ideato dal Mit Media Lab e disponibile gratuitamente.

Il PeerDojo al Supernova Festival di Torino
A supervisionare i piccoli l’agguerrito team di CoderDojo, giovani «samurai» della programmazione, come amano definirsi loro stessi. Sì, perché il PeerDojo è un CoderDojo realizzato dai bambini per i bambini dove esiste solo una parola d’ordine: «Divertirsi», imparando le logiche della programmazione e del pensiero logico computazionale. Un nuovo e innovativo modo di fare formazione ed educazione nell’ottica sempre più importante della digitalizzazione del sistema dove l’apprendimento del coding fin da piccoli costituisce uno degli elementi fondamentali per garantire alle future generazioni la possibilità di approcciarsi meglio e in modo più consapevole a un mondo in continua evoluzione dove la tecnologia avrà senza dubbio un ruolo predominante.

(Diario Innovazione)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal