20 agosto 2019
Aggiornato 22:00
100 anni dalla nascita

Il doodle di Google a Shannon, l'uomo che coniò il bit

L'uomo era un matematico formidabile e anche un giocoliere nella vita privata. A lui si deve la teoria dell'informazione

ROMA - Google non manca mai di sorprenderci come caro compagno fedele di ogni giornata, quando ci mettiamo al pc per lavorare e per curiosare sul web. E questa mattina ci dà il buongiorno con un doodle animato dedicato a 100 anni dalla nascita Claude Elwood Shannon, matematico e ingegnere statunitense, definito il «padre della teoria dell’informazione».

La storia di Shannon
Le sue origini sono artistiche dato che nelle sue discendenze c’è niente meno che Thomas Edison. Claude Shannon nacque a Petoskey, una piccola città del Michigan il 30 aprile del 1916. Dopo aver lavorato come telegrafista si affaccio alla vita universitaria e si laureò all’Università del Michigan in ben due percorsi: matematica e ingegneria elettronica. Con la tesi presentata al master Shannon dimostro, mediante l’utilizzo di un circuito elettrico dotato di un interruttore, che il fluire di un segnale elettrico attraverso una rete di interruttori - che possono essere "accesi/spenti" - segue esattamente le regole dell'algebra di Boole. Shannon poggiò quindi la prima pietra teorica sui sistemi di codificazione, elaborazione e trasmissione digitale dell’informazione.

Inventò il bit
La sua vita fu dedicata all’analisi e alla ricerca. Pose le basi per la teoria dell’informazione e durante la Seconda Guerra Mondiale il Pentagono gli chiede di eseguire ricerche sulla possibilità di guidare i missili. E’ a Shannon che si deve l’origine della parola bit, per designare l’unità elementare dell’informazione. La sua teoria dell'informazione pose le basi per progettare sistemi informatici, partendo dal presupposto che l'importante era cercare di memorizzare le informazioni in modo da poterle trasferire e collegare tra loro. Morì nel 24 febbraio del 2001.