30 marzo 2020
Aggiornato 06:30
Regolamento (CE) n.261/2004

Come farsi risarcire per ritardi o cancellazioni di voli aerei

L'app si occupa di seguire tutte le pratiche dell'utente nel caso abbia subito ritardi, situazioni di overbooking o la cancellazione di uno o più voli aerei. La normativa europea che lo consente è retroattiva di 3 anni.

Shutterstock

ROMA - A quanti di noi è capitato di subire ore e ore di ritardo, situazioni di overbooking o addirittura la temuta cancellazione dei voli aerei? E a quanti di noi è balzato in testa di fare reclamo, ma a causa delle lungaggini burocratiche, abbiamo preferito desistere? Forse perché in molti non sappiamo neppure dell’esistenza della possibilità di essere risarciti. Eppure c’è una norma europea, Il regolamento (CE) n.261/2004, che ci permette di farlo.

Tabella rimborsi
Tabella rimborsi (Credit photo courtesy of You AirHelp)

Come funziona AirHelp
Se ancora c’è qualcuno che tituba sul da farsi, allora è il caso di sapere che esiste un’app che si occupa totalmente della nostra pratica in caso subissimo ritardi superiori alle 3 ore, situazioni di overbooking o la cancellazione del volo aereo, a patto che si tratti di una compagnia aerea che ha sede nell’Unione Europea. Il servizio è stato ideato da AirHelp, azienda nata in Danimarca, ma sviluppatasi anche in molti altri paesi, tra cui l’Italia e che vede tra i suoi fautori proprio un italiano, Danilo Campisi, Head of Online Marketing di AirHelp. «La maggior parte delle persone non sanno neppure che possono essere risarcite - commenta Lorenzo Asuni, portavoce di AirHelp Italia -. E la cosa più preoccupante è che sulla totalità delle persone che subiscono un danno solo l’1-2% reclama». AirHelp si occupa di tutto, basta inserire nella piattaforma i dati del volo, la destinazione e compilare il form. E il risarcimento va dai 250 ai 600 euro per qualsiasi tipo di volo, indipendentemente dal prezzo di quest’ultimo a patto che i voli si realizzino all’interno dell’UE. Inoltre, la legge è retroattiva di tre anni e questo significa che si può fare ricorso anche se sono passati massimo tre anni dal danno subito dalla compagnia aerea.

Il costo del servizio
«Al momento siamo in 19 paesi diversi e abbiamo altrettanti legali disposti a seguire le nostre pratiche - continua Asuni -. In alcuni casi, infatti, se la compagnia aerea tende a trovare giustificazioni come scioperi e problemi tecnici la portiamo in tribunale con un successo nel 99% dei casi, salvo condizioni particolari». Il costo del servizio di AirHelp si concretizza in una percentuale sul risarcimento ottenuto e più precisamente il 25%. E, in caso il ricorso non andasse a buon fine, nessun importo sarà dovuto dall’utente danneggiato. A conti fatti è la piattaforma che si occupa di ottenere il risarcimento per voi.

Infografica
Infografica (Credit photo courtesy of You AirHelp)

La classifica delle migliori compagnie
AirHelp nell’ultimo periodo ha, inoltre, partorito una nuova funzione cosiddetta «Score» che permette di classificare le compagnie aree per dare al viaggiatore una maggiore consapevolezza del servizio che va a scegliere. «Il nostro scopo è aiutare i viaggiatori a guardare oltre il prezzo quando comprano un biglietto, aiutandoli ad essere informati prima di prenotare il loro viaggio - continua Asuni -.  É tutta una questione di trasparenza, operiamo in modo tale che le persone possano prevedere come le compagnie aeree li tratterà riguardo a puntualità e nel caso in di voli in ritardo, cancellati o sovra-prenotati». La classifica AH Score si serve di tre caratteristiche: qualità del servizio, puntualità, gestione reclami. «Qualità e servizio» è determinata dai dati di Skytrax, che è la classifica focalizzata nell’individuare la qualità del servizio dell’industria aerea globale. La «Puntualità» è individuata attraverso I dati forniti da Flightstats.com, la più importante compagnia al mondo per quanto riguarda il monitoraggio dei voli. Per la «Gestione reclami» sono utilizzati i dati provenienti dal nostro database per compilare le statistiche, ci basiamo su i dati forniti da più di 350.000 richieste di risarcimento seguite da quando siamo stati fondati più di 3 anni fa.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal