25 gennaio 2020
Aggiornato 20:30
fitness and tech

Le scarpe di Nike si allacciano da sole

Sebbene la silhouette delle scarpe presenti nella pellicola sia stata ripresa in diversi modelli nel corso degli anni, la tecnologia è una vera e propria novità

Shutterstock

ROMA - Pensate a come sarebbe potervi svegliare, indossare le scarpe e avercele già legate. O meglio: pensate a come sarebbe se le scarpe si legassero da sole. Sogno o son desto? No è tutto vero. Sono le nuove scarpe di Nike, le HyperAdapt 1.0, un po’ le air Mag, quelle indossate nel film Ritorno al Futuro II. Solo queste sono vere.

Come funzionano le HyperAdapt 1.0
Le HyperAdapt 1.0 sono state presentate dalla Nike in questi giorni e faranno il loro ingresso nel mercato già a Natale 2016. Le scarpe intelligenti sono dotate di un sensore in grado di rilevare il piede e stringere automaticamente i lacci, con la possibilità di aggiustare la tensione attraverso l’utilizzo di due pulsanti posti ai lati delle scarpe. A differenza delle Nike MAG comparse ai piedi di Michael J. Fox in Ritorno al Futuro – parte II, le scarpe reali hanno un design più simile alle sneakers di oggi, ma come nel film, vantano il sistema dell’adaptive lacing, ovverro «l’allaccio adattivo». Sì, ma come funzionano? Quando il piede entra nella scarpa il tallone colpisce il sensore che attiva il meccanismo: i pulsanti disposti ai lati consentono di stringere di più o allentare i lacci.

Il primo a indossarle è Cristiano Ronaldo
Sebbene la silhouette delle scarpe presenti nella pellicola sia stata ripresa in diversi modelli nel corso degli anni, la tecnologia è una vera e propria novità. Le HyperAdapt 1.0 miglioreranno le prestazioni degli atleti, dal momento che consentono regolazioni rapide senza interrompere completamente l’allenamento. Per averle, però, è necessario essere un membro del Nike+. Così da poterle già sfoggiare a Natale 2016 in tre diversi colori. A vivere l’esperienza per primo il prestigioso calciatore Cristiano Ronaldo che ha pubblicato un video dell’esperienza su Twitter.