25 luglio 2021
Aggiornato 14:00
Immigrazione

Orban sui migranti: non vogliamo una popolazione mista, così il cristianesimo perde il suo ruolo

Il premier ungherese Viktor Orban è tornato a difendere i Paesi che rifiutano di accettare le quote di profughi da collocare in base ai piani Ue

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/09/20170922_video_18450131.mp4

VARSAVIA - Il premier ungherese Viktor Orban ha dichiarato che "il cristianesimo sta perdendo il suo ruolo" nei Paesi che accolgono migranti ed è tornato a difendere i Paesi che rifiutano di accettare le "quote" di profughi da collocare in base ai piani Ue. "Non vogliamo diventare come questi paesi. Non vogliamo diventare come i paesi con migranti, non vogliamo una popolazione mista, non vogliamo creare questo mix che vediamo nell'Ovest, dove diverse civiltà convivono e, di conseguenza, l'elemento cristiano si sta indebolendo e perdendo il suo ruolo", ha detto Orban, in visita ufficiale in Polonia, altro Paese che non intende accettare la ricollocazione dei migranti da Italia e Grecia. "Accettiamo la scelta dei paesi che vogliono diventare paesi che accolgono i migranti e ci auguriamo che quei paesi riconoscano che noi non vogliamo questo qui. Invece del mutuo rispetto, i paesi con migranti vogliono forzarci a diventare come loro", ha aggiunto.