20 novembre 2019
Aggiornato 17:30
Politica estera

Russiagate, Trump indagato per ostacolo alla giustizia

L'ombra dell'impeachment si allunga sul presidente americano sotto indagine per tentato ostacolo alla giustizia nell'inchiesta sul Russiagate. La notizia è riportata dal Washington Post funzionari americani

WASHINGTON - L'ombra dell'impeachment si allunga su Donald Trump. Il presidente americano, infatti, sarebbe sotto indagine per tentato ostacolo alla giustizia nell'inchiesta sul Russiagate. La notizia è riportata dal Washington Post che cita come fonti non meglio precisati funzionari americani. Per il quotidiano, il procuratore speciale Robert Mueller, ex direttore dell'Fbi diventato il responsabile dell'inchiesta sulle presunte interferenze della Russia nelle ultime elezioni presidenziali di novembre 2016 e sulla possibile collusione tra la campagna Trump e funzionari russi, sta valutando la condotta del presidente a proposito delle conversazioni con l'ex capo della Fbi, James Comey, poi licenziato, sul quale Trump potrebbe aver fatto pressioni per bloccare l'indagine dell'Fbi.

Cinque, secondo il quotidiano, le persone che hanno accettato di essere ascoltate da Mueller: tra queste il direttore dell'intelligence Daniel Coats, l'ammiraglio Mike Rogers, capo della Nsa e il suo ex vice Richard Ledgett. La svolta nel Russiagate arriva a circa un mese dal licenziamento di Comey e poco dopo la sua audizione alla commissione del Senato sugli incontri con Trump. Il procuratore speciale Mueller sarebbe particolarmente interessato a un evento del 22 marzo 2016, quando Coats riferì ai suoi colleghi che Trump gli aveva chiesto di intervenire con Comey per far calare l'attenzione su Flynn come parte dell'indagine Fbi sui legami tra la campagna di Trump e Mosca. Gli avvocati di Trump hanno definito le indiscrezioni del Washington post «oltraggiose e illegali».