19 novembre 2019
Aggiornato 10:30
Linea dura di Londra

Manchester, tensione alle stelle tra Gb e Usa: l'ira di May per le foto della bomba sul NYTimes

Mentre altre due persone sono state arrestate nell'ambito delle indagini sull'attentato alla Manchester Arena, per un totale di 8 arrestati, tra cui il fratello dell'attentatore in Libia, il New York Times pubblica le foto scattate dalla polizia scientifica che mostrano parti dell'ordigno usato nell'attacco, facendo salire al massimo la tensione tra Londra a Washington

ROMA - Mentre altre due persone sono state arrestate nell'ambito delle indagini sull'attentato alla Manchester Arena, per un totale di 8 arrestati, tra cui il fratello dell'attentatore in Libia, il New York Times pubblica le foto scattate dalla polizia scientifica che mostrano parti dell'ordigno usato nell'attacco, facendo salire al massimo la tensione tra Londra a Washington.

"Irritazione" per la pubblicazione anticipata
La premier britannica Theresa May ha annunciato che discuterà dell'accaduto con il presidente Usa Donald Trump nel corso del vertice Nato in programma a Bruxelles. Già il giorno prima il ministro dell'Interno britannico, Amber Rudd, aveva espresso "irritazione" per la pubblicazione da parte dei media americani di dettagli sull'identità dell'attentatore, Salman Abedi, prima che la polizia britannica lo nominasse ufficialmente.

Linea dura di Londra
Linea dura di Londra: le autorità britanniche hanno deciso di non condividere più con gli Stati Uniti le informazioni riguardanti le indagini sull'attentato del 22 maggio a Manchester, costato la vita a 22 persone, a causa della fuga di notizie attribuita all'intelligence americana. Intanto si scopre che 4 giorni prima di compiere l'attacco, il 22enne britannico di origini libiche, era a Dusseldorf, in Germania, secondo l'intelligence tedesca.