14 dicembre 2019
Aggiornato 01:30

Trump ha vinto: messa la prima pietra per l'abolizione dell'Obamacare

La Camera statunitense ha approvato la riforma sanitaria voluta dai repubblicani per cancellare e sostituire ampie parti dell'Affordable Care Act di Barack Obama. I favorevoli sono stati 217

NEW YORK - Una importante vittoria per Trump che segna un radicale cambio di direzione nella politica americana. La Camera statunitense ha approvato la riforma sanitaria voluta dai repubblicani per cancellare e sostituire ampie parti dell'Affordable Care Act di Barack Obama. I favorevoli sono stati 217; per approvarla, erano necessari 216 dei 238 voti repubblicani; tutti contrari i democratici. La parola ora deve passare al Senato dove l'esito non è affatto scontato, visto che l'American Health Care Act scontenta molti senatori repubblicani, oltre ai democratici.

Una grande vittoria per Trump
Gonfio di felicità per la sua prima vittoria legislativa, Donald Trump ha posticipato la sua partenza verso New York per commentare l'approvazione da parte della Camera del testo di legge pensato per "abrogare e sostituire l'Obamacare». "Abbiamo vinto e porteremo a termine questo compito e faremo molte altre cose. E' una vittoria incredibile. Avremo quattro anni fantastici. Otto anni fantastici" ha detto il presidente dalla Casa Bianca.

Il sistema di Obama al collasso
L'ok della Camera "ha unito il partito repubblicano", ha garantito Trump lodando gli sforzi dello speaker alla Camera, Paul Ryan. Secondo lui il piano del Gop per la sanità "è fantastico e abbasserà i premi». "Oggi è un grande giorno, è solo un passo ma è un passo importante, anche se ci sono ancora tante cose da fare" ha aggiunto Ryan spiegando che la riforma sanitaria approvata nel 2010 da un Congresso allora a maggioranza democratica "ha fallito e sta collassando per questo- dice- bisogna abrogarla".