17 gennaio 2020
Aggiornato 18:00
L'elogio al conducente che ha permesso di salvare più vite

Attentato a San Pietroburgo, fiori per le vittime dell'attacco

In città sono stati dichiarati tre giorni di lutto, dal 4 al 6 aprile. L'ordine è stato emanato dal governatore di San Pietroburgo Georgy Poltavchenko

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/04/20170403_video_19121958.mp4

SAN PIETROBURGO - Fiori per le vittime dell'attentato nella metropolitano di San Pietroburgo in Russia. In città sono stati dichiarati tre giorni di lutto, dal 4 al 6 aprile. L'ordine è stato emanato dal governatore di San Pietroburgo Georgy Poltavchenko. Secondo il Ministero della Salute, nell'attacco terroristico nella metropolitana di San Pietroburgo sono morte in tutto 11 persone, 40 sono rimaste ferite. L'ordigno di fabbricazione artigianale è esploso su un treno nel tratto tra le stazioni Sennaya e Technologhiceskij Institut. La bomba, secondo i dati preliminari, è stata lasciata su un vagone. Il comitato investigativo della Federazione Russa ha elogiato la decisione del conducente, il quale ha scelto di non fermare il treno in galleria, dopo l'esplosione nel tratto tra le due stazioni ma di portarlo alla stazione successiva. Questo ha permesso di salvare più vite.