8 dicembre 2019
Aggiornato 13:00

Usa 2016, Trump abolirà l'Obamacare

Il candidato repubblicano ha assicurato che archivierà la riforma sanitaria voluta e approvata tra molte controversie dall'amministrazione del presidente Barack Obama, dopo la vittoria dell'8 novembre che gli garantirà la Casa bianca

WASHINGTON - La campagna elettorale che mette in palio la Casa bianca è giunta all'ultimo giro. Ma continua sui toni consueti e piuttosto surreali. A fronte di una situazione mondiale drammatica, a livello economico, ambientale e diplomatico, con crisi ed emergenze che parlano di venti di guerra con la Russia, terrorismo internazionale, migrazioni epocali, il confronto continua a concentrarsi sugli scheletri nell'armadio dei due candidati meno amati nella storia delle presidenziali statunitensi.

Trump favorito nei sondaggi
Mentre Hillary deve vedersela con l'ultima puntata dello scandalo emailgate l'Fbi, quasi per par condicio, oltre a continuare l'indagine sulla Clinton, avrebbe aperto anche un'inchiesta preliminare sui possibili collegamenti tra la campagna di Trump e il Cremlino. Anche se il New York Times, certo non sospetto di tenerezze verso il candidato repubblicano, sostiene che allo stato attuale non esistano legami evidenti. Ben altra sostanza potrebbero invece scoperchiare le presunte violazioni fiscali da parte del candidato repubblicano negli anni '90, periodo in cui non avrebbe pagato tasse per centinaia di milioni di dollari, usando stratagemmi al limite della legalità, a voler usare un eufemismo piuttosto ipocrita. Indifferente come sempre all'accusa, il tycoon gongola con i suoi sostenitori di fronte all'ultimo sondaggio condotto da Washington Post e Abc che lo vede in testa con il 46% delle preferenze di voto contro il 45% della candidata democratica. E nel corso di un comizio in Pennsylvania ha assicurato che archivierà l'Obamacare, la riforma sanitaria voluta e approvata tra molte controversie dall'amministrazione del presidente Barack Obama, dopo la vittoria dell'8 novembre che gli garantirà la Casa bianca e un Congresso repubblicano.

Abolirò immediatamente l'Obamacare
"Quando vinceremo l'8 novembre prossimo e avremo eletto un Congresso a maggioranza repubblicana" ha garantito Trump, "saremo in grado di abrogare e sostituire immediatamente l'Obamacare. Chiederò al Congresso di convocare una seduta straordinaria per abrogarlo e rimpiazzarlo. E sarà un grande onore per me, per voi e per tutti in questo paese, perché l'Obamacare deve essere sostituito con qualcosa di migliore. Lo faremo e lo faremo molto rapidamente. Perché è una vera catastrofe", ha concluso il candidato repubblicano.

(Immagini Afp)