15 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Stati Uniti

Festa dell'Indipendenza, Trump celebra le Forze armate in uno show del 4 luglio criticato

Di fronte alla statua di Abramo Lincoln, davanti al Lincoln Memorial, Trump ha inteso celebrare le forze armate americane, ma anche un'immagine che vorrebbe accreditare un ritorno alla potenza dell'America

Video Euronews

WASHINGTON - Una coreografia di carri armati, aerei ed elicotteri militari ha fatto da sfondo a uno show messo in scena dal presidente Usa Donald Trump, che nella Festa dell'Indipendenza del 4 luglio ha lanciato un appello all'unità. Di fronte alla statua di Abramo Lincoln, davanti al Lincoln Memorial, Trump ha inteso celebrare le forze armate americane, ma anche un'immagine che vorrebbe accreditare un ritorno alla potenza dell'America («Make America Great Again», come recita lo slogan elettorale di Trump) in vista del voto presidenziale del prossimo anno, nel quale il presidente vorrebbe bissare il successo del 2016.

A rovinare un po' lo spettacolo è arrivata la pioggia, che tuttavia non ha dissuaso il presidente dal tenere un discorso di tre quarti d'ora, da dietro a uno spesso vetro anti-proiettile. Trump ha citato una lunga lista di eminenti americani che hanno fornito contributi nei più svariati campi di scienza e tecnica, ma ha dedicato gran parte del discorso a celebrare le forze armate. «Finché resteremo fedeli alla nostra causa, finché noi ricorderemo la nostra grande storia, finché noi non smetteremo di combattere per un futuro migliore, non ci sarà nulla che l'America non possa fare», ha esclamato Trump alla folla che scandiva «Usa, Usa».

Critiche dei Democratici

Lo show di Trump ha suscitato pesanti critiche da parte dei democratici e anche di alcuni esponenti delle forze armate,che hanno visto una volontà di strumentalizzare gli uomini in divisa a fini elettorali. Molti dei capi di stato maggiore delle cinque armi, diplomaticamente, non hanno partecipato perché in licenza o in viaggio.

Non è la prima volta che un presidente americano usa come palcoscenico il Lincoln Memorial, lo fece anche Barack Obama nel 2009. Tuttavia nessuno ha messo in scena, come Trump, uno show a uso e consumo dei suoi sostenitori che hanno affollato l'uditorio, mettendo anche in mostra gadget della campagna del presidente.

«Noi tutti condividiamo un'eredità straordinariamente importante. Assieme siamo parte di una delle più grandi storie mai raccontate: la storia d'America», ha affermato il presidente. «Oggi questo spirito scorre nelle vene di ogni patriota americano».