26 gennaio 2020
Aggiornato 11:30
The Sun: l'attentatore 52enne era un insegnante d'inglese

Attentato a Londra, da Scotland Yard nuovi «significativi» arresti

La polizia britannica ha detto che sono stati arrestati cinque uomini e tre donne tra i 21 e i 58 anni sospettati di avere in preparazione atti terroristici

LONDRA - La polizia britannica ha detto di aver effettuato alcuni altri «significativi» arresti a seguito dell'attacco terroristico di ispirazione islamica sul parlamento e ha lanciato un appello al pubblico per raccogliere informazioni sul killer nato e cresciuto in Gran Bretagna he ha ucciso quattro persone. Le persone in custodia sono ora nove, arrestate dopo l'attacco a Westminster nel quale 50 persone sono rimaste ferite, delle quali 31 ricoverate in ospedale, ha detto il comandante dell'antiterrorismo Mark Rowley.

Perquisizioni
La polizia ha svolto perquisizioni presso 16 indirizzi, altre cinque sono ancora in corso, in particolare a Londra e nella città del centro dell'Inghilterra di Birmingham, dove l'assalitore viveva e nei pressi della quale ha affittato l'auto usata per l'attacco. Rowley ha detto che il nome di nascita dell'attentatore era Adrian Russell Ajao, dopo che Scotland Yard ieri lo ha identificato come Khalid Masood, 52anni, utilizzatore di "vari pseudonimi", con una storia di condanne per reati violenti, ma nessuna per terrorismo.

Identikit del killer
Secondo il tabloid The Sun, l'uomo era padre di tre figli, insegnava inglese ed era un fanatico del bodybuilding. Il tabloid scrive che la vita dell'uomo, nato in Kent, era cambiata dopo il matrimonio con una donna musulmana, Farzana Malik, nel 2004. Nello stesso anno Masood, fino ad allora manager in una società chimica, aveva ottenuto l'abilitazione a insegnare inglese agli stranieri. Nel 2005 era in Arabia Saudita, a Gedda, per insegnare inglese ai dipendenti dell'ente per l'aviazione civile saudita. Aveva vissuto anche a Jubail, sulla costa orientale saudita, ed era tornato in patria nel 2009. Tra gli pseudonimi usati dall'uomo che ah vissuto in vari luoghi in tutta l'Inghilterra, anche quello di Adrian Elms. La sua prima condanna per aggressione e possesso di armi risale al 1983, l'ultima al 2003.

Per la vicina era una brava persona
Masood è stato definito «una brava persona» dall'ex vicina di Birmingham Iwona Romek, che ha dichiarato alla stampa locale: «aveva una moglie, una giovane donna asiatica e un bambino piccolo che andava a scuola». Rowley ha detto che la polizia sta «guardando alla sua storia» e ha lanciato un appello al pubblico a fornire informazioni su di lui. «La nostra indagine si concentra sulla comprensione delle motivazioni, della preparazione e dei complici»

La rivendicazione dell'Isis
Lo Stato islamico ha rivendicato l'attacco definendo Masood un suo «soldato» che ha risposto all'appello di colpire i Paesi della coalizione che combatte l'Isis in Siria e Iraq. Il premier Theresa May ha detto che Masood era finito all'attenzione dell'intelligence come figura «periferica» qualche anno fa, ma non c'era alcun segnale che stesse preparando un attentato terroristico. Rowley ha detto che la polizia sta cercando di stabilire se Masood abbia agito totalmente solo «o altri lo abbiano incoraggiato, sostenuto o indirizzato».

I fatti
Masood ha travolto decine di pedoni sul Westminster Bridge mercoledì pomeriggio per poi schiantarsi in auto contro la recinzione del Parlamento, davanti al quale è riuscito ad accoltellare a morte un agente di polizia prima di essere abbattuto da un altro poliziotto a colpi di arma da fuoco. I deputati sono tornati al lavoro ieri, mentre gli esperti della polizia scientifica hanno continuato il loro lavoro, ma è in atto un riesame delle procedure di sicurezza parlamentari. Ieri sera centinaia di persone si sono raccolte nella vicina Trafalgar Square per una veglia guidata dal sindaco di Londra Sadiq Khan, che ha promesso che «i londinesi non saranno intimiditi dal terrorismo».

Bilancio più grave
In nottata il bilancio delle vittime si è aggravato, quando i familiari hanno deciso di staccare dalle macchine Leslie Rhodes, un 75enne di Streatham, sud di Londra. Le altre vittime sono il poliziotto 48enne Keith Palmer e, sul ponte, la britannica 43enne Aysha Frade, che stava andando a prendere le figlie a scuola, e il turista americano Kurt Cochran, 54 anni.

Arresti
La polizia ha detto che sono stati arrestati cinque uomini e tre donne tra i 21 e i 58 anni «sospettati di avere in preparazione atti terroristici». In seguito una donna è stata rilasciata su cauzione. Rowley non ha fornito dettagli sui nuovi arresti, dicendo solo che hanno avuto luogo nelle Midlands occidentali, la regione che comprende Birmingham, e nel nordovest dell'Inghilterra.

L'attacco più sanguinoso dal 2005
Il primo attentato in suolo britannico rivendicato dall'Isis è anche il più sanguinoso da luglio 2005, quando quattro kamikaze uccisero 52 persone su metropolitana e autobus di Londra. May ha detto al parlamento che la Gran Bretagna "non cederà di fronte al terrorismo». L'ultimo attacco terroristico britannico risale al 2016, quando un simpatizzante nazista uccise la deputata laburista Jo Cox pochi giorni prima del referendum sulla Brexit. Nel 2013, il soldato britannico Lee Rigby fu investito a accoltellato in una strada di Londra da due islamisti.