9 dicembre 2019
Aggiornato 14:30

Luca Scatà e Christian Movio, chi sono i due poliziotti eroi che hanno ucciso Amri

Christan Movio e Luca Scatà: sono loro i due poliziotti che hanno fisicamente bloccato e ucciso Anis Amri, l’attentatore di Berlino, dopo averlo sorpreso a Sesto San Giovanni

MILANO - Christan Movio e Luca Scatà: sono loro i due poliziotti che hanno fisicamente bloccato e ucciso Anis Amri, l’attentatore di Berlino, dopo averlo sorpreso a Sesto San Giovanni, nell’hinterland milanese. Christian, 36 anni, originario della provincia di Udine, è un agente scelto del commissariato di Sesto San Giovanni; Luca Scatà, 29 anni, agente da 10 mesi e da 3 in prova in quel commissariato, siciliano originario di Canicattì.

Christian ferito
E' Christian ad essere rimasto ferito nello scontro a fuoco, e attualmente è ricoverato all'Ospedale di Sesto San Giovanni a causa di un proiettile conficcato nella spalla, ma le sue condizioni sarebbero buone. Il collega, invece, è rimasto fortunatamente illeso.

Attimi di terrore
La pattuglia della polizia è arrivata in piazza Primo maggio a Sesto, proprio di fronte alla stazione, verso le 3 di stanotte a causa di una segnalazione ricevuta in cui si parlva di rumore di spari. Gli istanti successivi sono stati senza fiato. I due agenti hanno chiesto i documenti ad Amri, che ha estratto da uno zainetto una pistola calibro 22 e sparato, ferendo alla spalla l’agente Movio. Il collega Scatà ha risposto subito al fuoco, uccidendo l’aggressore. Solo più tardi le impronte digitali e i tratti somatici hanno confermato l’identità del killer del mercato di Natale.  

Ministro Minniti: grato ai due ragazzi straordinari
Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, nel corso di una conferenza stampa al Viminale si è detto grato ai due agenti: «Noi guardiamo a questi due ragazzi come persone straordinarie, di giovanissima età, che facendo semplicemente il loro dovere hanno reso un servizio straordinario alla comunità. Penso sinceramente di poter interpretare il sentimento del nostro Paese nel dire loro che l’Italia è a loro grata». Ha poi aggiunto: «L’agente Christian Movio è una persona straordinaria, un ragazzo molto motivato. L’ho ringraziato per la professionalità dimostrata insieme al suo collega». «Gli ho trasmetto la mia gratitudine personale - ha aggiunto Minniti - e gli ho fatto gli auguri di una pronta guarigione. Nei prossimi giorni andrò personalmente ad abbracciarlo. Gli ho anche fatto gli auguri di Buon Natale, dicendogli che grazie a persone come lui gli italiani potranno fare un Natale ancora più felice»