29 settembre 2022
Aggiornato 22:00
Gli aggressori avrebbero origine straniera

In Germania una «nuova Colonia»: 26 donne aggredite a un festival

Almeno 26 donne sono state aggredite a un festival in Germania, da uomini - pare - di origine straniera, e la dinamica degli eventi ricorda quanto accaduto a Colonia mesi fa

BERLINO - Un nuovo caso di violenza nei confronti delle donne travolge la Germania, proprio come era accaduto nella notte di San Silvestro. 26 donne hanno denunciato di essere state vittime di aggressioni sessuali ad un festival musicale l'ultimo fine settimana in Germania. Lo ha reso noto la polizia. Le donne, quasi tutte giovanissime, hanno raccontato di essere state circondate e poi aggredite da gruppi di uomini in modi che ricordano gli attacchi perpetrati durante la notte di capodanno dello scorso dicembre a Colonia.

Aggressori del sud est asiatico?
«Secondo le testimonianze delle vittime, i loro aggressori sembravano originari del sud est asiatico», ha dichiarato in un comunicato la polizia dopo che inizialmente solo 18 donne avevano sporto denuncia. Le giovani hanno raccontato agli inquirenti che quegli uomini avevano solo «intenzioni sessuali» e non hanno rubato nulla. Esattamente le stesse modalità degli attacchi alle donne di Colonia. 

3 pakistani fermati e rilasciati
La polizia ha inoltre informato che tre pachistani fra 28 e 31 anni, almeno due dei quali richiedenti asilo, erano stati arrestati al festival musicale di Darmstadt e poi rilasciati. Gli attacchi di Colonia della fine dell'anno - compiuti da gruppi di uomini arabi o nord africani e che hanno colpito almeno 1000 donne - avevano sconvolto la Germania e alimentato i timori del pubblico per l'arrivo di oltre un milione di profughi nel 2015. 

Il silenzio dei media tedeschi
La notizia, che sta gradualmente prendendo piede sui media europei, questa mattina era presente soltanto sul New York Times e sull'Independent, mentre tra i media tedeschi soltanto il quotidiano tedesco in lingua inglese The Local ha parlato degli ultimi sconvolgenti eventi che tanto ricordano quanto avvenuto a Colonia mesi fa. Una circostanza curiosa, se non fosse che anche in quell'occasione la Cnn aveva accusato la stampa tedesca di aver ignorato i fatti in un primo momento, e di aver in seguito omesso alcune informazioni come l'appartenenza etnica degli aggressori, in un Paese che ha accolto nel 2015 circa un milione di migranti. Del resto, per ovvi motivi storici la Germania è molto accorta in materia di tutela delle minoranze etniche e culturali. Il codice deontologico dei giornalisti, per esempio, proibisce di rendere note le origini delle persone, a meno che queste non siano strettamente significative ai fini della notizia. Una rilevanza che, nel caso di Colonia, almeno all'inizio non è stata riconosciuta dai media tedeschi, in seguito per questo molto criticati.

(Fonte Askanews)